Processione Salerno: vescovo, i fischi? serve riflessione pacata

(AGI) - Salerno, 22 set. - Una riflessione "pacata" su unaprocessione che "di religioso ha avuto poco". Lo speral'arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti, dopo ifischi e le proteste di ieri durante la processione patronalein onore di San Matteo e lo 'strappo' dei portatori delleparanze che hanno disatteso le indicazioni curiali sulle sostee gli 'inchini'. Fischi e contestazioni all'indirizzo del presule che hannoaccompagnato il percorso del corteo in via Roma, nell'atrio delMunicipio, dove il vescovo aveva vietato la sosta, e in via DaProcida, dove una parte di fedeli ha applaudito la

(AGI) - Salerno, 22 set. - Una riflessione "pacata" su unaprocessione che "di religioso ha avuto poco". Lo speral'arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti, dopo ifischi e le proteste di ieri durante la processione patronalein onore di San Matteo e lo 'strappo' dei portatori delleparanze che hanno disatteso le indicazioni curiali sulle sostee gli 'inchini'. Fischi e contestazioni all'indirizzo del presule che hannoaccompagnato il percorso del corteo in via Roma, nell'atrio delMunicipio, dove il vescovo aveva vietato la sosta, e in via DaProcida, dove una parte di fedeli ha applaudito la statua delpatrono e fischiato il vescovo. Secondo fonti della curiasalernitana, monsignor Moretti "con serenita'" ritiene che "siimpone una riflessione pacata sulla vicenda". Per ilresponsabile dell'Ufficio comunicazioni sociali della diocesi,don Alfonso D'Alessio, "la processione patronale a Salerno e'un atto da rievangelizzare, si impone un cammino per recuperareil senso religioso della processione che ieri di religioso haavuto poco". (AGI).