Venerdì a Cagliari il premio Gianni Massa di giornalismo, 116 in gara

premio gianni massa cagliari

Sono 116 gli elaborati in concorso nelle tre sezioni – università, scuola e giornalismo - della prima edizione del premio ‘Gianni Massa’, intitolato allo storico responsabile - per 40 anni e fino alla pensione - della sede AGI della Sardegna, scomparso nel 2015 a 79 anni. La cerimonia ufficiale di premiazione è prevista a Cagliari venerdì  8 marzo, dalle 18 all’auditorium del Conservatorio di musica. La serata sarà condotta da Incoronata Boccia, giornalista Rai, e dall’avvocata Valeria Aresti. Ai vincitori saranno assegnati premi in denaro.

Gli elaborati delle scuole sono il risultato della partecipazione degli studenti allo spettacolo teatrale ‘La conosci Giulia?’ - allestito dalle Lucido Sottile Tiziana Troja (che ne ha curato anche la regia) e Michela Sale Musio - e di alcuni seminari su media, linguaggio e discriminazioni di genere tenuti negli studenti dalle socie di 'Giulia Giornaliste Sardegna'. La pièce teatrale, scritta da 11 giornaliste, è andata sold out fra ottobre e novembre nelle due rappresentazioni al Teatro Massimo di Cagliari e anche nella replica di Sassari ai primi di quest'anno.

"Un buon giornalista sa di avere un ruolo sociale", diceva Gianni Massa. "Deve salvaguardare i diritti dei cittadini. Lo animano rispetto e umiltà". La sezione Giornalismo del premio, voluto da Giulia Giornaliste, coordinata a livello regionale da Susi Ronchi, e finanziato dal Corecom Sardegna, presieduto da Mario Cabasino, è dedicata alla programmista e regista della Rai Piera Mossa, scomparsa nel 2002. Sono previsti premi di 2 mila euro per ciascuna categoria, mentre per la sezione scuola, per gli studenti delle superiori, il premio sarà di tremial euro sotto forma di buoni acquisto materiali o servizi di natura educativo-formativa.

La parità di genere sarà il tema al centro della serata cui parteciperanno Antonio Martusciello, commissario Agcom, Filippo Lucci, presidente Coordinamento nazionale del Corecom, rappresentanti della politica, la prefetta di Cagliari Romlida Tafuri, giornalisti, la Garante regionale per l’infanzia Grazia Maria De Matteis e Gabriella Murgia, presidente della commissione regionale Pari opportunità. Chiuderà la serata il duo cult delle Lucido Sottile, coi personaggi di Tanya e Mara, sul tema delle discriminazioni di genere.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it