Prelios: olinda....

COMUNICATO STAMPA - Prelios OLINDA - FONDO SHOPS: aggiornamentocirca l'operazione di cessione del portafoglio residuo delfondo.Milano, 26 novembre 2014 ' Prelios SGR, su richiesta diConsob, riporta di seguito alcuni aggiornamenti relativiall'operazione di cessione del portafoglio residuo del fondocomune di investimento immobiliare quotato denominato Olinda -Fondo Shops. Di detta operazione e' gia' stata datainformazione al mercato in data 10 luglio 2014, 30 luglio 2014e 30 ottobre 2014, e ai relativi comunicati stampa si fa quirinvio.In data 25 novembre 2014 sono scaduti i termini di leggeper l'eventuale esercizio del diritto di prelazione

COMUNICATO STAMPA - Prelios OLINDA - FONDO SHOPS: aggiornamentocirca l'operazione di cessione del portafoglio residuo delfondo.Milano, 26 novembre 2014 ' Prelios SGR, su richiesta diConsob, riporta di seguito alcuni aggiornamenti relativiall'operazione di cessione del portafoglio residuo del fondocomune di investimento immobiliare quotato denominato Olinda -Fondo Shops. Di detta operazione e' gia' stata datainformazione al mercato in data 10 luglio 2014, 30 luglio 2014e 30 ottobre 2014, e ai relativi comunicati stampa si fa quirinvio.In data 25 novembre 2014 sono scaduti i termini di leggeper l'eventuale esercizio del diritto di prelazione spettantead alcuni degli attuali conduttori degli immobili del Fondooggetto dell'accordo vincolante sottoscritto in data 10 luglio2014. Ad oggi, per quanto noto alla Societa', risultanoesercitate ad esito della procedura una prelazione che haportato al perfezionamento del relativo atto di cessione di unimmobile cielo-terra sito in Reggio Emilia, nei termini e allecondizioni gia' comunicati al mercato il 30 ottobre u.s.,nonche' una prelazione, notificata in data 24 novembre u.s., aseguito della quale si prevede la cessione di una parte delcomplesso immobiliare sito in Vergiate, nei termini di legge,entro il 25 dicembre 2014.Benche' nei prossimi giornipotrebbero venir recapitate presso la Societa' ulterioricomunicazioni per l'esercizio del diritto di prelazione,Prelios SGR ha la ragionevole certezza che non sidetermineranno le circostanze relative alle sogliecontrattualmente convenute, che impedirebbero l'avveramentodella condizione sospensiva relativa alle prelazioni spettantiad alcuni conduttori prevista nell'accordo vincolantesottoscritto in data 10 luglio 2014.Considerata la vendita(gia' avvenuta) dell'immobile sito in Reggio Emilia, ilperimetro del portafoglio del Fondo oggetto dell'operazioneriguarda complessivi 25 immobili; tale dato include lerimanenti parti del complesso di Vergiate per le quali non e'stata esercitata la suddetta prelazione. Poiche' le dueseparate vendite avvengono al medesimo prezzo offerto dagliacquirenti del portafoglio residuo, la loro esecuzione non haalcun impatto sui proventi complessivi della dismissione degliasset residui del Fondo e sui conseguenti rimborsi.Inconsiderazione di quanto precede, la Societa' ritiene di poterconfermare che alla data odierna risultano verificate lecondizioni sospensive previste nell'accordo vincolantesottoscritto in data 10 luglio 2014, ad eccezione dellacondizione relativa al mancato avverarsi di eventi negativisignificativamente pregiudizievoli per l'operazione (c.d.Material Adverse Change), usuale per operazioni di questo tipo,che esplichera' i suoi effetti fino alla data diperfezionamento dell'operazione e che potrebbe determinare ilsuo mancato perfezionamento in caso di una significativariduzione dei canoni di locazione degli immobili del Fondo aseguito della risoluzione dei, o recesso dai, relativicontratti, fatte salve alcune eccezioni espressamente stabilitecontrattualmente.Per quanto concerne la quota parte delcorrispettivo di cessione, fino a Euro 8 milioni, subordinataal raggiungimento, prima della data del closing, di determinatecondizioni locative con riferimento ad alcuni asset delportafoglio, si precisa che, sulla base delle informazioni adoggi disponibili e della comunicazione inviata ai promissariacquirenti in data 24 novembre u.s. ai sensi del contratto, e'ragionevole ipotizzare che dette condizioni non sirealizzeranno e, dunque, il corrispettivo complessivo derivantedalle cessioni del portafoglio residuo del Fondo sara' pari aEuro 295 milioni (detto importo include (i) il corrispettivospettante per le cessioni dei gia' citati immobili siti inReggio Emilia, per Euro 1,5 milioni, ed in Vergiate, per Euro7,64 milioni, nonche' (ii) il corrispettivo relativo al 100%delle quote di Olinda Centers S.r.l., per Euro 3,5 milioni aisensi del contratto, soggetto ad eventuale aggiustamento prezzosuccessivamente al closing).Si segnala che una parte pari aEuro 5 milioni del ricavato della cessione del portafoglioimmobiliare del Fondo restera' custodita in un conto (escrow),a garanzia degli obblighi di indennizzo nei confronti deipromissari acquirenti e relativi alle dichiarazioni e garanzierilasciate in merito allo stato e alla qualita' degli immobilioggetto di cessione. Tale importo, se del caso ridotto nellamisura utilizzata per il pagamento di eventuali indennizzi,potra' essere liberato decorsi 12 mesi dalla data diperfezionamento dell'operazione.Si segnala infatti che gliobblighi di indennizzo relativi alle dichiarazioni e garanzierilasciate sono limitati a un massimo di Euro 5 milioni eresteranno efficaci per 12 mesi dalla data di stipula delcontratto definitivo di compravendita, eccezion fatta per leeventuali passivita' fiscali, che potranno dar luogo a unindennizzo se occorrenti nei 36 mesi successivi alperfezionamento, comunque entro il limite massimo dei predettiEuro 5 milioni. Ai sensi dell'accordo vincolante sottoscrittoin data 10 luglio 2014 e' previsto, altresi' , un obbligo diindennizzo, che non potra' eccedere ulteriori Euro 5 milioni,qualora non sia stata messa a disposizione dei promissariacquirenti documentazione significativa e tale circostanzadetermini una violazione delle dichiarazioni e garanzierilasciate e una passivita' a carico degli acquirenti delportafoglio. Detto ultimo obbligo di indennizzo e' limitato neltempo entro 4 mesi dalla data di perfezionamentodell'operazione.In virtu' di quanto precede, l'indennizzomassimo complessivo che puo' essere riconosciuto ai promissariacquirenti e' pari a totali massimi Euro 10 milioni, fattaeccezione per la generale garanzia per legge relativaall'evizione degli immobili oggetto di cessione. Rispetto aiproventi netti della vendita, Prelios SGR conferma nuovamenteche, in considerazione degli impegni connessi alledichiarazioni e garanzie rilasciate, e' allo stato ipotizzabileche, a valle del perfezionamento delle vendite, possa essereeffettuato un primo rimborso a favore dei partecipanti al Fondodi almeno Euro 85,00 per quota a seguito dell'approvazione delrendiconto annuale al 31 dicembre 2014.Il rimborso finalecomplessivo invece potra' essere determinato solo all'esitodella chiusura della liquidazione del Fondo, anche inconsiderazione dei predetti obblighi di eventuale indennizzo.Al perfezionamento delle cessioni, il valore definitivo deirimborsi potra' essere infatti fissato solo a seguitodell'espletamento delle conseguenti procedureamministrativocontabili di liquidazione del Fondo, che potrannoessere definite e poste in essere in occasionedell'approvazione del rendiconto finale di liquidazione, aisensi del Regolamento del Fondo stesso. SF.