Precipitano dal Gran Sasso, morti due rocciatori

Le vittime sono un 60enne romano e un 23enne originario di Sulmona, entrambi alpinisti esperti. Stavano scalando la parete nord del Monte Camicia

Precipitano dal Gran Sasso, morti due rocciatori
monte Camicia Gran Sasso 

L'Aquila - Tragedia sul Gran Sasso: due rocciatori sono precipitati nel vuoto mentre scalavano la parete nord del monte Camicia, nei pressi del massiccio abruzzese. I corpi sono stati trovati ancora legati dal soccorso alpino. Le due vittime sono Roberto Iannilli, 60 anni di Ladispoli, vicino a Roma, e Luca D'Andrea, un 23 enne di Sulmona. Si tratta di due alpinisti esperti che erano partiti ieri per una arrampicata complessa, dovevano tornare in serata ma non hanno piu' dato notizie a familiari ed amici. le pareti nord sono più impegnative perchè la rocci tende a sgertolarsi. Questa mattina alle 8.30 l'elicottero dei soccorsi ha avvistato i due corpi. Le salme sono state portate a Teramo, presso l'ospedale Mazzini. (AGI)