Pop. Sondrio: la Bce stabilisce requisiti addizionali sul...

La Banca Popolare di Sondrio, societa' cooperativa per azioni,informa che la Banca Centrale Europea, con decisione del 20febbraio 2015, comunicata in data 25 febbraio 2015, hastabilito che il livello di capitale che garantisce unaadeguata copertura dei rischi del Gruppo e' dell'11% in terminidi Total Capital ratio, in luogo del limite previsto dallanormativa pari al 10,5%. Il Common Equity Tier 1 ratio e'stabilito al 9%, rispetto a un livello minimo dell'8% cui sonosoggette le banche sottoposte a vigilanza comunitaria. Ladecisione e' stata assunta sulla base d i una valutazione, daparte dell'Autorita'

La Banca Popolare di Sondrio, societa' cooperativa per azioni,informa che la Banca Centrale Europea, con decisione del 20febbraio 2015, comunicata in data 25 febbraio 2015, hastabilito che il livello di capitale che garantisce unaadeguata copertura dei rischi del Gruppo e' dell'11% in terminidi Total Capital ratio, in luogo del limite previsto dallanormativa pari al 10,5%. Il Common Equity Tier 1 ratio e'stabilito al 9%, rispetto a un livello minimo dell'8% cui sonosoggette le banche sottoposte a vigilanza comunitaria. Ladecisione e' stata assunta sulla base d i una valutazione, daparte dell'Autorita' di supervisione, della situazione e delprofilo di rischio del Gruppo, dei rischi rilevati dalComprehensive Assessment, tenendo conto della natura, delledimensioni e della complessita' delle attivita' dell'istituto edelle conclusioni della valutazione della vigilanza e delloSREP (Supervisory Review Evaluation Process) condotto secondola metodologia nazionale. I coefficienti prudenzialiconsolidati al 31 dicembre 2014 relativi al CET1 Ratio, alTier1 Ratio e al Total Capital Ratio ammontano rispettivamenteal 9,81%, al 9,81% e al 11,33%, superiori ai limiti sopraindicati. Rispetto ai valori comunicati in data 10 febbraio2015 contestualmente all'approvazione dei dati preliminariconsolidati dell'esercizio 2014, detti coefficienti sono statirideterminati tenendo conto della quota parte dell'utilecomputabile relativa all'intero esercizio 2014 anziche' al soloperiodo chiuso al 30 settembre e non computando nel patrimoniodi secondo livello le passivita' subordinate con piano diammortamento contrattuale che decorre prima dei cinque annidall'emissione, che, ai sensi di una interpretazione piu'restrittiva trasmessa formalmente dalla BCE alla bancasuccessivamente alla diffusione del citato comunicato, vengonoescluse, sotto determinate condizioni, dal calcolo dei fondipropri. L'impatto sul Total Capital ratio connesso aquest'ultimo intervento assomma a 179 punti base. Inparticolare sono stati integralmente derubricati dal patrimoniotre prestiti subordinati per ' i' 350 milioni, emessi nel corsodel 2014. Ulteriori due prestiti subordinati emessi nel 2010 enel 2011, per residui ' i' 530 milioni complessivi, sono staticomputati nella misura ridotta all'80%, in quanto soggetti allecosiddette "clausole di salvaguardia", che, nel passaggio alladisciplina di Basilea 3, tutelano gli strumenti emessianteriormente al 1A' gennaio 2012. RV.