L'orgoglio di Renzo Piano per il cantiere del nuovo ponte di Genova

Intervista a Repubblica dell'architetto che sarà supervisore del progetto: "C'è una cordata di aziende di grande livello e un sindaco-commissario che è un vulcano. Lavoreranno senza soste con rapidità"

L'orgoglio di Renzo Piano per il cantiere del nuovo ponte di Genova
 (Facebook)
 L'architetto Renzo Piano e il governatore della Liguria Giovanni Toti

L'architetto Renzo Piano è convinto che il nuovo ponte da lui progettato per Genova potrà essere realizzato in dodici mesi: "C'è una cordata di aziende di grande livello e un sindaco-commissario che è un vulcano. Lavoreranno senza soste con rapidità. Penso di sì. E sarà un grande momento di solidarietà quello del lavoro nei cantieri", dice Piano, intervistato da 'Repubblica'.

Secondo l'architetto, "i cantieri sono sempre un momento di solidarietà e far parte di un progetto come questo la farà aumentare. Il lavoro crescerà con l'orgoglio di far parte di questo progetto e non ci sarà nulla di più bello". Piano ribadisce che non percepirà alcun compenso per il suo ruolo di supervisore dei lavori: "Lo faccio a titolo gratuito, sia chiaro". 

"Devo dire che è stata bella l’idea del confronto fra offerte", ha detto Piano. "Alla fine è stata compiuta una scelta e adesso viene la parte difficile per tutti noi. Il nostro è un mestiere pericoloso, se sbagli non sbagli per te stesso, ma per la comunità. Bisogna essere ben sicuri di quello che si fa". Su che tipo di ponte sarà, Piano ha detto: "Bello come la bellezza di Genova, semplice ma non banale. E d’acciaio, per durare tanto". Ancora: "Cimolai è un grande costruttore e Calatrava un grande architetto. Il sindaco mi ha parlato della loro volontà di dare un contributo. È un’ottima cosa, devono succedere tante cose. Non c’è solo il ponte da ricostruire. Bisogna intervenire sul quartiere e poi c’è il parco urbano".

"I cantieri sono sempre un momento di solidarietà e far parte di un progetto come questo la farà aumentare. Il lavoro crescerà con l’orgoglio di far parte di questo progetto e non ci sarà nulla di più bello. Chi ha saputo rendere benissimo questo è Maurizio Maggiani, nel suo 'Il romanzo della Nazione', quando si sofferma sulla costruzione della corazzata 'Dandolo' all’arsenale della Spezia. Ecco, lo stesso può valere per questo ponte che tornerà a unire due città".

Leggi l'integrale su Repubblica



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.