Poliziotto ferito a Napoli: Mattarella in visita all'ospedale

(AGI) - Napoli, 26 set. - Il presidente della Repubblica,Sergio Mattarella, si e' recato all'ospedale Loreto Mare, dovee' ricoverato Nicola B., 53 anni, il sovrintendente di poliziaferito giovedi' sera a Fuorigrotta durante un servizioantiracket. Le condizioni del poliziotto sono stazionarie. Intanto continua la "caccia all'uomo", con gli agenti dellaquestura di Napoli sulle tracce del presunto responsabile,subito identificato: originario di Quarto e residente aFuorigrotta, con precedenti per spaccio, e' in fuga ormai dacirca 40 ore, secondo quanto si e' appreso in compagnia dellamoglie. Nella notte, come gia' ieri, piu' volte e' giunta

(AGI) - Napoli, 26 set. - Il presidente della Repubblica,Sergio Mattarella, si e' recato all'ospedale Loreto Mare, dovee' ricoverato Nicola B., 53 anni, il sovrintendente di poliziaferito giovedi' sera a Fuorigrotta durante un servizioantiracket. Le condizioni del poliziotto sono stazionarie. Intanto continua la "caccia all'uomo", con gli agenti dellaquestura di Napoli sulle tracce del presunto responsabile,subito identificato: originario di Quarto e residente aFuorigrotta, con precedenti per spaccio, e' in fuga ormai dacirca 40 ore, secondo quanto si e' appreso in compagnia dellamoglie. Nella notte, come gia' ieri, piu' volte e' giuntanotizia del suo arresto, circostanza diffusa anche attraversoi social ma smentita dagli investigatori. Il pregiudicato nonavrebbe alcuna copertura da parte della malavita e non avrebbei mezzi economici per prolungare piu' di tanto la sua fuga. Edil cerchio intorno a lui si sta stringendo sempre piu'. Anche per cio' che riguarda la ricostruzione di quantoaccaduto giovedi' sera in via Leopardi, all'altezza dellafermata della Cumana, non c'e' ancora nulla di ufficiale. Peril questore di Napoli, Guido Marino, fare il punto delleindagini "e' superfluo in questo momento, stando in una faseinterlocutoria" ma "il lavoro investigativo continuaincessante". In mattinata, intanto, si e' tenuta una manifestazioneorganizzata dalle associazioni anti racket cittadine, disolidarieta' nei confronti di NIcola B.: il sovrintendente e'stato ferito mentre, in compagnia di un collega, rimasto illeso(entrambi sono in forza alla Squadra mobile di Napoli), eraimpegnato in un servizio di protezione ad un commerciante divia Leopardi, che qualche giorno prima aveva denunciato diessere sotto estorsione. Una "catena umana" ha cinto il palazzodella questura, in via Medina, anche "a sostegno dellostraordinario lavoro della polizia e di tutte le forze della ordine", come hanno detto i promotori. All'iniziativa hannopreso parte 150 commercianti, che hanno lasciato per qualcheora le loro attivita', rappresentanti di organizzazionisindacali e dell'amministrazione comunale di Napoli. (AGI)