Poligrafici Editoriale: nel 2014 utile da 2, 34 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione della Poligrafici EditorialeS.p.A. si e' riunito in data odierna per l'esame del bilancioal 31 dicembre 2014. Andamento del mercato Nell'esercizio 2014il settore editoriale, condizionato dal contesto economicoitaliano in persistente difficolta', ha continuato amanifestare andamenti negativi sia per quanto riguarda laraccolta pubblicitaria che per la vendita di quotidiani. Gliinvestimenti pubblicitari sui quotidiani a pagamento hannoregistrato una significativa flessione dei fatturati rispettoall'anno precedente (-9,7% fonte FCP/FIEG), con una contrazionedel 10,3% della raccolta commerciale nazionale e del 10,7% perla commerciale locale. In controtendenza il fatturato relativoalla raccolta

Il Consiglio di Amministrazione della Poligrafici EditorialeS.p.A. si e' riunito in data odierna per l'esame del bilancioal 31 dicembre 2014. Andamento del mercato Nell'esercizio 2014il settore editoriale, condizionato dal contesto economicoitaliano in persistente difficolta', ha continuato amanifestare andamenti negativi sia per quanto riguarda laraccolta pubblicitaria che per la vendita di quotidiani. Gliinvestimenti pubblicitari sui quotidiani a pagamento hannoregistrato una significativa flessione dei fatturati rispettoall'anno precedente (-9,7% fonte FCP/FIEG), con una contrazionedel 10,3% della raccolta commerciale nazionale e del 10,7% perla commerciale locale. In controtendenza il fatturato relativoalla raccolta pubblicitaria su Internet che ha evidenziato unincremento del 2,1% rispetto al 2013 (fonte FCP/Assointernet).Per quanto riguarda la diffusione dei quotidiani continua iltrend negativo del precedente esercizio, con una flessionedelle vendite del 12% (fonte ADS - Accertamento diffusionestampa). Andamento della gestione del Gruppo PoligraficiEditoriale nell'esercizio 2014 I risultati economici del GruppoPoligrafici Editoriale, nel 2014, riflettono la difficilesituazione precedentemente evidenziata. La razionalizzazionedelle attivita' del Gruppo e le operazioni di contenimento deicosti operativi hanno comportato un miglioramento del margineoperativo lordo rispetto al 2013 al netto della plusvalenzarealizzata dalla vendita di un complesso immobiliare a Firenze.I ricavi della vendita dei quotidiani, pur in tale contesto,evidenziano una contenuta flessione (-0,9%), rispettoall'esercizio precedente. La capillare diffusione nelle propriearee di distribuzione ed alcune operazioni di vendita inabbinamento con altre testate locali, al di fuori di questearee, hanno permesso incrementi di quote di mercato. Talerisultato e' confermato anche dall'ultima rilevazione ADS delmese di gennaio 2015 che evidenzia il QN Quotidiano Nazionale,fascicolo sinergico di informazione e cronaca nazionale de ilResto del Carlino, La Nazione ed Il Giorno, quale secondoquotidiano in Italia per numero di copie cartacee vendute siain totale che in edicola ed al terzo posto tra i giornalid'informazione piu' letti, con una media giornaliera di 2,2milioni di lettori (fonte Audipress 2014/III). I ricavipubblicitari consolidati rilevano una flessione complessiva del4,4%, mentre la raccolta pubblicitaria sui quotidiani cartaceie'diti dal Gruppo registra una contrazione del 9,6%,evidenziando una maggiore tenuta della raccolta locale. Dalmese di gennaio 2014 la concessionaria del Gruppo PoligraficiEditoriale ha in gestione la raccolta pubblicitaria localedelle edizioni, anche on line, di Bologna e Firenze delCorriere della Sera con ricavi di ' i' 1,1 milioni. Nel settoreInternet il brand Quotidiano.net si conferma al 4A' posto nelsegmento Current events & Global news (dati Audiweb ' media mensile 2014) con 4,6 milioni di browser unici e 43,9milioni di page views, mentre la raccolta pubblicitaria suisiti Internet, riconducibili al network omonimo, ha registratoun incremento del 17,2% rispetto allo stesso periododell'esercizio precedente. Nei mesi di maggio e luglio 2014 sisono conclusi i piani di riorganizzazione biennali delpersonale, che hanno rispettivamente interessato giornalisti epoligrafici. Gli interventi strutturali sul costo del lavoro,abbinati all'utilizzo del "contratto di solidarieta'", hannodeterminato nel 2014 un risparmio, al netto degli oneri nonricorrenti, di ' i' 1,9 milioni (-2,5%) rispetto al 2013 (' i'-11,9 milioni con una riduzione del 13,5% se confrontato con il2012). Per quanto riguarda il personale giornalistico e' statonegoziato un piano di prepensionamento di 41 dipendenti cheprevede, a far data dal giugno 2014, l'utilizzo degliammortizzatori sociali su tutto il corpo redazionale (contrattodi solidarieta' e/o cassa integrazione a rotazione), mentre leuscite effettive del personale interessato saranno avviate nonappena saranno disponibili le risorse finanziarie previste dalGoverno per finanziare gli interventi destinati all'editoria.Relativamente al personale impiegatizio ed operaio e' statosiglato con le organizzazioni sindacali un nuovo accordo perl'attivazione del "contratto di solidarieta'" a far data dalfebbraio 2015 per un periodo di due anni con una riduzionemedia dell'orario di lavoro fino ad un massimo del 21%. Nelmese di marzo 2014 il Gruppo ha sottoscritto un accordo contutti i principali Istituti di credito (la "ConvenzioneInterbancaria"), che prevede una rimodulazione del debitofinanziario a medio e lungo termine con la sospensione delpagamento delle rate capitali fino al 30 giugno 2015 e ilmantenimento delle linee di credito a breve termine fino al 31dicembre 2016. In data 17 dicembre 2014 la controllataPoligrafici Real Estate S.r.l. ha perfezionato la cessione delcomplesso immobiliare sito in Firenze viale Giovine Italia n.17, al fondo Pacific 1 gestito da BNP Paribas Real EstateInvestment Management S.G.R. p.A.. Contestualmente al rogito laPoligrafici Editoriale S.p.A. ha stipulato con la nuovaproprieta' un contratto di locazione per gli spazi occupati dalpersonale del quotidiano La Nazione, di fatto garantendo lacontinuita' della propria attivita' nello storico edificioposseduto dal 1966. Il valore complessivo della transazione e'stato pari ad ' i' 36,3 milioni con la realizzazione di unaplusvalenza consolidata lorda di ' i' 20,1 milioni. Talecessione ed il conseguente significativo miglioramento dellaposizione finanziaria permetteranno entro, il mese di aprile2015, una revisione della Convenzione Interbancaria acondizioni economiche migliorative per l'utilizzo delle lineedi credito commerciali e finanziarie. Risultati economici efinanziari del 2014 Nel 2014 i ricavi netti consolidatiammontano a ' i' 207 milioni rispetto ai ' i' 189,2 milioni del2013 (+9,4%) beneficiando di ricavi non ricorrenti legati allacessione del complesso immobiliari di Firenze per ' i' 20,1milioni. gy ricavi editoriali consolidati, pari a ' i' 87,8milioni, registrano una contenuta flessione (-0,9%) rispettoall'esercizio precedente, beneficiando dell'incremento delprezzo in edicola di 0,10 euro applicato dal mese di gennaio2014 ai quotidiani e'diti dal Gruppo. I ricavi pubblicitariconsolidati, pari a ' i' 62,8 milioni, diminuiscono di ' i' 2,9milioni (-4,4%). Il fatturato pubblicitario delle testatecartacee e'dite dalla Poligrafici Editoriale S.p.A. rileva unaflessione di ' i' 5,8 milioni (-9,6%), mentre la raccoltapubblicitaria on line dei siti riconducibili al networkQuotidiano.net, pari a ' i' 5,4 milioni, si incrementa del17,2% rispetto al precedente esercizio. Gli interventi diriorganizzazione editoriale ed industriale attuati hannodeterminato nell'esercizio una diminuzione del costo del lavoroconsolidato, al netto degli oneri non ricorrenti, di ' i' 1,9milioni rispetto al 2013. Il margine operativo lordoconsolidato e' positivo per ' i' 27,1 milioni (' i' 7,6 milionial netto dell'effetto della vendita dell'immobile di Firenze)contro i ' i' 5,6 milioni del 2013. Il risultato economico delperiodo del Gruppo Poligrafici Editoriale, al netto delleimposte, registra un utile di ' i' 2,34 milioni circa controuna perdita di ' i' 12,2 milioni del precedente esercizio.L'indebitamento finanziario netto consolidato complessivo al 31dicembre 2014, pari a ' i' 52,5 milioni, evidenzia un debito abreve termine verso le banche e altri finanziatori di ' i' 4,8milioni, un debito per leasing finanziari di ' i' 25,4 milionied un debito per mutui di ' i' 22,3 milioni. Rispetto al 31dicembre 2013 registra una riduzione di ' i' 25,9 milioniprincipalmente determinata dalla cessione del complessoimmobiliare di Firenze precedentemente descritto. Nel periodoin esame sono state registrate uscite finanziarie nonricorrenti per ' i' 6,6 milioni per incentivi all'esodo etrattamento di fine rapporto al personale uscito. L'organicomedio del Gruppo del 2014 e' costituito da 936 dipendenti atempo indeterminato. Risultati per aree di attivita' Settoreeditoriale e pubblicitario L'effetto economico del calo nellevendite dei quotidiani, inferiore rispetto a quellodell'andamento del mercato, e' stato parzialmente compensatodall'incremento del prezzo di 0,10 euro da gennaio 2014. Iricavi per la vendita di quotidiani e riviste nel 2014, hannorilevato un decremento del fatturato consolidato di ' i' 0,8milioni (-0,9%) rispetto all'esercizio precedente. Il fatturatopubblicitario complessivo del Gruppo al 31 dicembre 2014, paria ' i' 62,8 milioni, riflette la flessione della raccolta suiquotidiani e mezzi di comunicazione gestiti per il continuodeterioramento del quadro economico che ha determinato tagli oriduzioni delle campagne pubblicitarie da parte della quasitotalita' delle aziende, mentre resta ancora positivol'andamento della raccolta pubblicitaria on line dei sitiriconducibili a Quotidiano.net che ammonta a ' i' 5,4 milioni(+17,2%). Settore stampa per conto terzi Il settore continua arisentire delle dinamiche negative del mercato della stampaindustriale di tipo grafico condizionato dalla crisi economicaitaliana. Nell'esercizio 2014 il settore ha registrato unrecupero di fatturato (+4,5%) rispetto a quanto evidenziato nel2013 principalmente derivante dalle maggiori lavorazioni dellacommessa di stampa di quotidiani di editori terzi. Le azioni diristrutturazione e gli investimenti realizzati dallacontrollata Grafica Editoriale Printing S.r.l., che hannopermesso di recuperare efficienze produttive e di attenuare glieffetti negativi delle suddette criticita', non hanno ancoragenerato l'atteso miglioramento dei margini di gestione. Pertale motivo il management si e' attivato per individuare dellesoluzioni industriali tramite accordi con primari partnerindustriali. A tal riguardo come meglio descritto nel paragraforiguardante i "principali avvenimenti intervenuti dopo lachiusura dell'esercizio", nel mese di febbraio 2015 e' statosottoscritto un accordo di affitto dell'azienda GraficaEditoriale Printing S.r.l., controllata al 100% da PoligraficiPrinting S.p.A., a Rotopress International S.r.l., partecipataal 33% da Poligrafici Printing S.p.A. mentre il rimanente 67%e' riconducibile al Gruppo Pigini. Settore multimediale edInternet Nel settore Internet, il Gruppo persegue una politicadi sviluppo di partnership commerciali/societarie con siti webgia' affermati e con un elevato traffico in termini di pagineviste e utenti unici oltre a dedicare particolare attenzioneagli utenti mobile con l'implementazione di nuove tecnologiefinalizzate ad agevolare la visione delle informazioni su tuttele piattaforme, siano esse pc, tablet o smartphone. Taliattivita' hanno permesso di aumentare la massa critica diutenti unici e pagine viste, consolidando il brandQuotidiano.net al 4A' posto nel segmento Current events &Global news, con 4,6 milioni di browser unici mensili e 43,9milioni di page views al mese (dati Audiweb), oltre ariscontrare un miglior appeal pubblicitario. Andamento dellagestione e risultati della capogruppo Poligrafici EditorialeS.p.A. I risultati di gestione dell'esercizio 2014 diPoligrafici Editoriale S.p.A., di seguito anche "Societa'",riflettono le dinamiche del settore editoriale precedentementeesposte. Gli interventi di efficientamento attuati nel 2014,che hanno determinato una riduzione degli costi operativi di 'i' 5,5 milioni rispetto al precedente esercizio, hanno permessoun recupero di marginalita' compensando gli effetti dellaperdurante riduzione della raccolta pubblicitaria suiquotidiani e'diti. I nuovi accordi per estendere l'applicazionedei contratti di solidarieta' per impiegati ed operai albiennio marzo 2015 - febbraio 2017, abbinati agli interventisugli organici dei giornalisti, oltre alla costante politica diriduzione delle spese di gestione con la rinegoziazione deipiu' importanti contratti di fornitura, permetteranno direcuperare ulteriormente la redditivita' delle proprieattivita' nei prossimi esercizi. I ricavi dell'anno ammontano a' i' 142,7 milioni, contro ' i' 147,4 milioni dell'esercizioprecedente, con ' i' 86,5 milioni di ricavi editoriali (-1,79%)e ' i' 45,5 milioni di ricavi pubblicitari (-7,5%). I costioperativi diminuiscono di ' i' 5,5 milioni (-6,1%); mentre icosti del personale, al netto degli oneri non ricorrenti, siattestano a ' i' 54,3 milioni (+1,4%) rispetto al 2013. Ilmargine operativo lordo e' positivo per ' i' 1,8 milioni con unmiglioramento di ' i' 2,2 milioni rispetto al precedenteesercizio. La gestione finanziaria pari a ' i' -6,3 milioni ('i' 1 milione nel 2013) comprende l'adeguamento di valore di 'i' 4 milioni della controllata SpeeD S.p.A. a seguitodell'esito del test di impairment per la cui descrizione sirimanda alle note illustrative al bilancio. Nel 2013 eranopresenti proventi netti per ' i' 1,1 milioni derivanti dallaplusvalenza realizzata dalla vendita di azioni MediobancaS.p.A.. Il risultato economico dell'esercizio registra unaperdita di ' i' 9,9 milioni contro una perdita di ' i' 6,4milioni del 2013. L'indebitamento finanziario netto al 31dicembre 2014 pari a ' i' 60,3 milioni evidenzia un incrementodi ' i' 10,8 milioni rispetto al 31 dicembre 2013.Nell'esercizio sono stati rilevati effetti negativi nonricorrenti per uscite finanziarie di ' i' 4,6 milioni perincentivi all'esodo e trattamento di fine rapporto al personaleuscito. Principali avvenimenti intervenuti dopo la chiusuradell'esercizio e prevedibile evoluzione della gestione Ilsettore in cui opera il Gruppo ha evidenziato, nel 2014,andamenti ancora recessivi determinati dall'incertezza delleprospettive di ripresa dell'economia nazionale e dalla mancanzadi interventi specifici per il sostegno dell'editoria, come leeventuali modifiche normative per la liberalizzazione dei puntivendita. Pur prevedendo che tali dinamiche possano ancoradeterminare effetti nel breve termine, nei primi mesi del 2015si stanno riscontrando dei segnali positivi sull'economiaitaliana con previsioni di un inversione di tendenza del PIL edun ritorno ad una crescita positiva su base annua. Inoltre nelmedio periodo sono attesi gli effetti positivi degli interventidi acquisto di titoli da parte della BCE che stannodeterminando un indebolimento dell'Euro sulle principali valutee conseguente facilitazioni delle esportazioni ed incrementidei volumi della produzione in Italia. Ulteriori effettipositivi sono la diminuzione del costo del debito e lariduzione del costo delle materie prime. In tale contestoancora di incertezza, relativamente alle attivita' editoriali,il Gruppo continua ad attuare interventi di miglioramentogestionale, con la valorizzazione dei brand sia nel settoretradizionale che nel settore multimediale con una sempremaggiore attenzione rivolta agli utenti mobile. Da gennaio 2015e' stato completato l'aggiornamento all'ultima release delsistema editoriale Hermes che consentira' una flessibilita' delwork flow con una completa integrazione del desk tra carta edigital, un recupero di produttivita' della redazione ed unamaggiore velocita' nella diffusione delle informazioni prodottedalle redazioni. Visto le difficolta' riscontrate nel rilanciodelle proprie attivita' di stampa per conto terzi determinateda un mercato che richiede sempre prezzi piu' "aggressivi", nelmese di febbraio 2015 e' stato sottoscritto un accordo perl'affitto dell'azienda Grafica Editoriale Printing S.r.l.(GEP), controllata al 100% da Poligrafici Printing S.p.A., aRotopress International S.r.l. (RPI), societa' specializzatasia nella stampa di quotidiani per conto terzi sia nella stampacommerciale, partecipata al 33% da Poligrafici Printing S.p.A.mentre il rimanente 67% e' riconducibile al Gruppo Pigini.L'accordo prevede il passaggio a RPI di n. 48 dipendenti sui n.67 attuali di GEP. La durata dell'affitto e' prevista in treanni ed avra', principalmente come oggetto i moderni impiantidi stampa, ubicati in Bologna, costituiti da una rotativa a 64pagine KBA Commander Poligrafici Editoriale pag. n. 6 CT e unarotativa a 48 pagine KBA Commander T. Il canone di affittopartira' da un importo di 1,5 milioni di euro, nel primo anno,per arrivare a 1,8 milioni di euro il terzo anno e al terminedel suddetto periodo la RPI potra' esercitare un'opzione diacquisto dell'azienda ad un prezzo determinato sulla base delvalore netto contabile dei beni concessi in affitto (19,3milioni di euro) al netto dei canoni pagati fino al momentodell'esercizio del diritto di opzione e dei debiti relativi alpersonale dipendente. L'accordo fortifica gli ottimi rapporticon il Gruppo Pigini che dal 2002 rappresenta il migliorepartner industriale nella stampa di quotidiani del nostroGruppo. L'obiettivo e' quello di raggiungere l'integrazione trale due realta' industriali per offrire ai clienti le migliorisoluzioni e i piu' qualificati servizi di stampa con unamaggior efficienza grazie alle sinergie che si potranno crearenelle aree acquisti, logistica e amministrazione con riflessipositivi sui margini gestionale del Gruppo Poligrafici. Sistima che, pur perdurando l'incertezza delle condizioni delmercato pubblicitario, gli interventi realizzati e quelli incorso di attuazione permetteranno un incremento di redditivita'per il 2015. Relazione sulla remunerazione Il Consiglio diAmministrazione ha approvato la Relazione sulla Remunerazioneai sensi dell'art.123-ter del Testo Unico della Finanza e delledisposizioni di attuazione emanate da Consob. Il Consiglioproporra' alla prossima Assemblea dei Soci di approvare laprima sezione della relazione, illustrativa della politicadella Societa' in materia di remunerazione degli Amministratorie dei dirigenti con responsabilita' strategiche, in attuazionedi quanto previsto dall'art.123-ter del Testo Unico dellaFinanza. Convocazione di Assemblea Ordinaria Il Consiglio diAmministrazione di Poligrafici Editoriale S.p.A. ha convocatol'Assemblea ordinaria degli Azionisti per il giorno 29 aprile2015 in unica convocazione, alle ore 10,30 presso gli ufficidella Societa' in Bologna, Via Mattei n. 106. L'Assemblea sara'tenuta a deliberare in merito: - all'approvazione del Bilanciodell'esercizio 2014 della Societa'; - alla Relazione sullaremunerazione predisposta ai sensi dell'art. 123-ter del D.lgs.n. 58/1998; - alla determinazione degli emolumenti spettanti aiConsiglieri per l'esercizio 2015. Si precisa che i dati sopraesposti sono in corso di verifica da parte della societa' direvisione e del Collegio Sindacale. .