Pillola 5 giorni dopo: in Italia con ricetta solo se minorenni

(AGI) - Roma, 26 mar. - La pillola dei 5 giorni dopo vasomministrata con ricetta solo alle minorenni. Per le altredonne, puo' essere venduta senza ricetta, e senza test digravidanza. Lo ha deciso la Commissione tecnico scientificadell'Agenzia italiana del farmaco, che si e' riunita questopomeriggio per esaminare il parere formulato il 10 marzo dalConsiglio Superiore di Sanita' "in ordine al regime didispensazione del medicinale EllaOne". L'Aifa ha parzialmenteribaltato il parere del Css, che prevedeva che ?il farmacoEllaOne debba essere venduto in regime di prescrizione medicaindipendentemente dall?eta' della richiedente?, cancellandoogni

(AGI) - Roma, 26 mar. - La pillola dei 5 giorni dopo vasomministrata con ricetta solo alle minorenni. Per le altredonne, puo' essere venduta senza ricetta, e senza test digravidanza. Lo ha deciso la Commissione tecnico scientificadell'Agenzia italiana del farmaco, che si e' riunita questopomeriggio per esaminare il parere formulato il 10 marzo dalConsiglio Superiore di Sanita' "in ordine al regime didispensazione del medicinale EllaOne". L'Aifa ha parzialmenteribaltato il parere del Css, che prevedeva che ?il farmacoEllaOne debba essere venduto in regime di prescrizione medicaindipendentemente dall?eta' della richiedente?, cancellandoogni riferimento al test di gravidanza che invece, secondo ilCss, andava eseguito in presenza di "un sospetto" di gravidanzaprima di poter somministrare il farmaco. La mediazione trovata dall'Agenzia italiana del farmaco e'"molto positiva", ha sottolineato il ministro della SaluteBeatrice Lorenzin. "Su questa decisione non commento, nel sensoche l' Agenzia europea dei farmaci Ema e' una agenziaregolatoria e ha preso una decisione di tipo regolatorio, noil'abbiamo sottoposta al consiglio superiore di Sanita' che hamandato un parere tecnico scientifico orientato sulla sicurezzadel paziente ad Aifa che a sua volta ha agito come agenziaregolatoria, trovando una mediazione e indicando per le minoridi non applicare la normativa di Ema e richiedere laprescrizione. Mi attengo alle valutazioni scientifiche suquesta cosa. La mediazione e' comunque molto positiva". L'unica cosa importante, ha sostenuto Lorenzin, a margine di unaconferenza sulla medicina difensiva "e' la garanzia che ladonna sia adulta che giovane quando fa ricorso alla pillola deicinque giorni abbia contezza della propria situazione clinica eche non ci siano rischi, non solo per il presente ma anche ilfuturo della sua salute". (AGI).