Pierrel: ricavi 2014 sotto stima precedente, aumento di capitale da 3,4 mln di euro

Consiglio di amministrazione di PIERREL SPA.> Aggiornati idati gestionali di chiusura per l'anno 2014- Ricavi lordiconsolidati per circa Euro 31,9 milioni rispetto agli Euro 35,1milioni precedentemente stimati e comunicati al mercato, e unEBITDA consolidato negativo per circa Euro 5,5 milionisostanzialmente in linea con quanto precedentementeapprovato> Esercitata la delega ad aumentare il capitalesociale fino a massimi euro 3.441.395,30 milioni e approvati itermini definitivi dell'aumento di capitale- Il termine ultimodi sottoscrizione delle azioni di nuova emissione e' fissatoall'8 maggio 2015;- Numero massimo di nuove azioni offerte: n.4.916.279 per un controvalore massimo

Consiglio di amministrazione di PIERREL SPA.> Aggiornati idati gestionali di chiusura per l'anno 2014- Ricavi lordiconsolidati per circa Euro 31,9 milioni rispetto agli Euro 35,1milioni precedentemente stimati e comunicati al mercato, e unEBITDA consolidato negativo per circa Euro 5,5 milionisostanzialmente in linea con quanto precedentementeapprovato> Esercitata la delega ad aumentare il capitalesociale fino a massimi euro 3.441.395,30 milioni e approvati itermini definitivi dell'aumento di capitale- Il termine ultimodi sottoscrizione delle azioni di nuova emissione e' fissatoall'8 maggio 2015;- Numero massimo di nuove azioni offerte: n.4.916.279 per un controvalore massimo di Euro 3.441.395,30;-Rapporto di emissione e Prezzo unitario: n. 1 nuova azione ognin. 10 azioni possedute al prezzo di Euro 0,70 per ogni nuovaazione sottoscritta;- Periodo di offerta dei diritti diopzione: dal 23 marzo 2015 al 10 aprile 2015.Capua, 18 marzo2015 ' Il Consiglio di Amministrazione di Pierrel S.p.A.("Pierrel", la "Societa'" o l'"Emittente"), riunitosi in dataodierna, ha aggiornato le previsioni di chiusura per l'anno2014. Tali dati, non ancora auditati, evidenziano una riduzionedei ricavi lordi di circa oltre Euro 3 milioni a fronte deiquali risulta un EBITDA negativo comunque in linea con leprevisioni. Il citato scostamento e' riconducibileprincipalmente allo slittamento di fatturato delle DivisioniCMO e Pharma a seguito del ritardato ottenimento diautorizzazioni per l'immissione al commercio di specialita'farmaceutiche, definitivamente ricevute negli scorsi mesi dinovembre e dicembre 2014, mentre l'EBITDA risultasostanzialmente confermato in quanto ha beneficiato deglieffetti rivenienti dalla drastica riduzione dei costi edefficientamento, oltre le aspettative, realizzati nellaDivisione TCRDO. .