Papa: visita Santa Sofia, l'ex cattedrale di Bisanzio

(AGI) - Istanbul, 29 nov. - Una visita a Santa Sofia, la excattedrale di Bisanzio intitolata alla Divina Sapienza, sulleorme di Paolo VI che la visito' nel 1967, di Giovanni Paolo IInel '79 e di Benedetto XVI nel 2006, e' stato il secondo attocompiuto da Papa Francesco al suo arrivo a Istanbul. Al momentodella presa di Costantinopoli, durante la Quarta Crociata, lachiesa simbolo dell'Oriente cristiano fu saccheggiata eprofanata dai latini. Furono rubate dalla chiesa moltereliquie, tra cui una pietra della tomba di Gesu', il lattedella Vergine Maria, il sudario di Gesu'

(AGI) - Istanbul, 29 nov. - Una visita a Santa Sofia, la excattedrale di Bisanzio intitolata alla Divina Sapienza, sulleorme di Paolo VI che la visito' nel 1967, di Giovanni Paolo IInel '79 e di Benedetto XVI nel 2006, e' stato il secondo attocompiuto da Papa Francesco al suo arrivo a Istanbul. Al momentodella presa di Costantinopoli, durante la Quarta Crociata, lachiesa simbolo dell'Oriente cristiano fu saccheggiata eprofanata dai latini. Furono rubate dalla chiesa moltereliquie, tra cui una pietra della tomba di Gesu', il lattedella Vergine Maria, il sudario di Gesu' e le ossa di alcunisanti, portate verso le chiese dell'ovest. Durantel'occupazione latina di Costantinopoli (1204-1261) la chiesadivenne una cattedrale cattolica romana. Santa Sofia a Istanbul e' stata la cattedrale cristiana dirito bizantino fino al 1054, sede patriarcale greco-ortodossa,cattedrale cattolica, poi moschea, infine museo dal 1935. Notaper la sua gigantesca cupola, apice dell'architetturabizantina, fu terminata nel 537. Oggi l'uso del complesso come luogo di culto (moschea ochiesa) e' proibito. Tuttavia, nel 2006, subito prima dellavisita del Papa Benedetto XVI, e' stato segnalato che ilgoverno turco ha permesso di destinare una piccola stanza delcomplesso museale per essere utilizzata come sala di preghierada chiunque lo voglia. (AGI).