Papa: prima di nominare i vescovi studio bene le pratiche e prego

(AGI) - CdV, 18 set. - I nuovi vescovi vengono scelti da PapaFrancesco, con l'aiuto dei suoi collaboratori, attraversoun'attenta disamina delle informazioni ricevute (dalleNunziature e dalle Conferenze Episcopali) riguardo ai candidatie alle diocesi ai quali saranno destinati, e soprattutto conun'intensa preghiera. Lo ha affermato lo stesso Ponteficeincontrando in Vaticano 138 presuli di recente nomina. "Sonomolto lieto di incontrarvi personalmente - ha detto loro ilPapa - perche' in verita' devo dire che in qualche modo gia' viconoscevo. Non tanto tempo fa siete stati presentati a me dallaCongregazione per i Vescovi o

(AGI) - CdV, 18 set. - I nuovi vescovi vengono scelti da PapaFrancesco, con l'aiuto dei suoi collaboratori, attraversoun'attenta disamina delle informazioni ricevute (dalleNunziature e dalle Conferenze Episcopali) riguardo ai candidatie alle diocesi ai quali saranno destinati, e soprattutto conun'intensa preghiera. Lo ha affermato lo stesso Ponteficeincontrando in Vaticano 138 presuli di recente nomina. "Sonomolto lieto di incontrarvi personalmente - ha detto loro ilPapa - perche' in verita' devo dire che in qualche modo gia' viconoscevo. Non tanto tempo fa siete stati presentati a me dallaCongregazione per i Vescovi o da quella per le ChieseOrientali. Conosco il vostro curriculum e nutro grandi speranzenelle vostre potenzialita'. Ora posso finalmente associare laprima conoscenza avuta dalle carte a dei volti". "Siete i frutti - ha continuato Bergoglio - di un lavoroassiduo e della instancabile preghiera della Chiesa che, quandodeve scegliere i suoi Pastori, vuole attualizzare quell'interanotte passata dal Signore sul monte, alla presenza del Padresuo, prima di chiamare quelli che ha voluto per stare con Lui eper essere inviati nel mondo". Il Papa ha voluto salutare i nuovi presuli uno alla voltanella Sala Clementina, alla seconda loggia del PalazzoApostolico, scambiando qualche parola con ciascuno. "Dopo aversentito parlare di voi - ha osservato - posso personalmenteascoltare il cuore di ciascuno e fissare lo sguardo su ciascunoper scorgere le tante speranze pastorali che Cristo e la suaChiesa ripongono in voi. E' bello veder rispecchiato nel voltoil mistero di ciascuno e poter leggere quanto Cristo vi hascritto. E' consolante poter constatare che Dio non lasciamancare alla sua Sposa i Pastori secondo il suo cuore". (AGI).