Papa: parla suora che blocco' Agca, "inciampo' e mi buttai sopra"

(AGI) - Roma - Ali Agca, appena dopo aver sparato aPapa Wojtyla in quel drammatico 13 maggio 1981, inciampo' sulselciato di  

(AGI) - Roma, 16 ott. - Ali Agca, appena dopo aver sparato aPapa Wojtyla in quel drammatico 13 maggio 1981, inciampo' sulselciato di San Pietro, e fu una suora a bloccarlo,buttandoglisi sopra con il corpo fino all'arrivo delle forzedell'ordine. Suor Letizia Giudici racconta per la prima volta,in esclusiva al Tg2 intervistata da Antonio Preziosi, quegliattimi concitati: "Sentii due colpi di pistola, il fumo. Ho visto colpire il Papa e ho cominciato a gridare. Ilgiovane (Agca, ndr) era solo, con la pistola in mano. Subitodopo si e' girato e ha cercato di fuggire. L'ho visto ancherivolto verso di me con la pistola, sempre in atteggiamento disparare". Poi, mentre la piazza sbanda atterrita, la svoltadecisiva: camminando veloce per allontanarsi, infatti, ilkiller turco "e' inciampato ed e' caduto, io sono partita, mici sono buttata sopra e gli ho gridato 'perche' lo haifatto"'". Mi sono assicurato che non mi sfuggisse". Agca ha tentato persino un'autodifesa: "Lui diceva "no io,no io"- ricorda Suor Letizia - 'invece sei stato tu', glidicevo io". La religiosa non ha avuto modo di incontrare piu'Agca se non una volta al processo, come una volta sola haincontrato Giovanni Paolo II, che sapeva benissimo chi era: "Hoincontrato il Papa - racconta Suor Letizia - che mi ha segnatosulla fronte e mi ha detto 'grazie, Dio la benedica'". (AGI).