Papa: la Chiesa denuncera' la mafia in modo costante

(AGI) - Roma, 13 lug. - "La nostra denuncia della mafia nonsara' fatta una volta tanto ma sara' costante". Lo afferma PapaFrancesco in un colloquio con Eugenio Scalfari pubblicato suRepubblica. Il pontefice assicura che mafia e pedofilia saranno"due principalissime questioni" per la Chiesa. "Alcunisacerdoti - sottolinea - tendono a sorvolare sul fenomenomafioso. Naturalmente condannano i singoli delitti, onorano levittime, aiutano come possono le loro famiglie, ma la denunciapubblica e costante della mafia e' rara. Il primo grande Papache la fece proprio parlando di quelle terre fu Wojtyla. Debbodire che il

Papa: la Chiesa denuncera' la mafia in modo costante
(AGI) - Roma, 13 lug. - "La nostra denuncia della mafia nonsara' fatta una volta tanto ma sara' costante". Lo afferma PapaFrancesco in un colloquio con Eugenio Scalfari pubblicato suRepubblica. Il pontefice assicura che mafia e pedofilia saranno"due principalissime questioni" per la Chiesa. "Alcunisacerdoti - sottolinea - tendono a sorvolare sul fenomenomafioso. Naturalmente condannano i singoli delitti, onorano levittime, aiutano come possono le loro famiglie, ma la denunciapubblica e costante della mafia e' rara. Il primo grande Papache la fece proprio parlando di quelle terre fu Wojtyla. Debbodire che il suo discorso fu applaudito da una folla immensa".Ricordando quanto avvenuto alla processione di OppidoMamertina, il Papa dichiara che "tutto questo sta cambiando ecambiera'". Quanto alle donne legate alla mafia da vincoli diparentela" che "frequentano assiduamente le chiese dei loropaesi", Francesco si domanda: "pensano che Dio perdoni leorribili malefatte dei loro congiunti?". .