Papa in volo verso Cuba "vado li' per costruire ponti"

(AGI) - L'Avana, 19 set. - Faro' tutto il possibile, tutto, perricordare" le conseguenze dell'embargo sulla popolazionecubana. Papa Francesco ha risposto cosi' alla domanda di unragazzo, nella teleconferenza con i giovani delle "ScholasOccurrentes", prima di lasciare il Vaticano per imbarcarsisull'aereo che lo sta portando a Cuba. "Costruire ponti osbloccare" e' il compito al quale Francesco si sente chiamato,ha spiegato sottolineando che "una delle cose piu' belle e'l'amicizia sociale" tr ai popoli.Francesco ha ben presenti le sofferenze della popolazionecubana provata dall'embargo. "Abbiamo perso la nozione dellaquantita' dei ragazzi che non

(AGI) - L'Avana, 19 set. - Faro' tutto il possibile, tutto, perricordare" le conseguenze dell'embargo sulla popolazionecubana. Papa Francesco ha risposto cosi' alla domanda di unragazzo, nella teleconferenza con i giovani delle "ScholasOccurrentes", prima di lasciare il Vaticano per imbarcarsisull'aereo che lo sta portando a Cuba. "Costruire ponti osbloccare" e' il compito al quale Francesco si sente chiamato,ha spiegato sottolineando che "una delle cose piu' belle e'l'amicizia sociale" tr ai popoli.Francesco ha ben presenti le sofferenze della popolazionecubana provata dall'embargo. "Abbiamo perso la nozione dellaquantita' dei ragazzi che non possono godere dell'allegria delgioco: questi ragazzi non hanno imparato a comunicare conl'allegria del gioco e sono preda dei trafficanti che li usanoper la delinquenza giovanile, la droga, la prostituzione etante altre cose", ha detto nel collegamento. Il Papa ha anchemostrato attraverso la teleconferenza un bossolo donatogli daun ragazzo di un Paese in guerra "come un segno", haspecificato il Papa e che sara' seppellito accanto a un ulivoche era stato simbolicamente piantato dai giovani dell'Avana eNew York insieme. Nel congedarsi dagli studenti, il Santo Padreli ha benedetti, chiedendo loro di pregare per lui: "Nonabbiate paura - ha concluso - la paura paralizza; il futuro e'nelle vostre mani". Nella capitale cubana, al suo arrivo, Papa Francescotrovera' anche un grande striscione con la scritta: "l'embargoe' il peggior gencidio della storia". Intanto l'arcivescovodell'Avana, cardinale ha salutato con soddisfazioen ladecisione statunitense di "alleggerire" le sanzioni economichea Cuba. "Mi sembra - ha detto ai microfoni il cardinale Ortegay Alamino - un segno straordinario, e' una notizia moltogradita e penso che sia in relazione a questa visita perche'coglie l'intenzione di Papa Francesco di favorire questa nuovarelazione e sostiene questo cammino iniziato grazie a Dio egrazie anche al Santo Padre che ha dato il suo contributo nellafase iniziale" quando "e' stato qualcosa di piu' che unmediatore. Possiamo dire che e' stato un animatore: e questasua capacita' di agire nel cuore degli uomini e'straordinaria!". Secondo l'arcivescovo dell'Avana, "questo viaggio non ha unsignificato solo per Cuba e gli Stati Uniti o per il continenteamericano in generale o per l'America latina in particolare, maha un significato mondiale perche' credo che l'influsso delSanto Padre potra' fare molto bene al mondo e che il mondo,grazie a Dio e all'influsso del Santo Padre, sara' capace didare un futuro migliore per l'umanita'. Questo viaggio viene afavorire tutto questo in modo speciale perche' il Papa haquesta capacita' di agire nelle cose piccole, nel piccolo comediciamo in spagnolo". (AGI).