Papa Francesco: tutelare con forza i diritti delle donne

(AGI) - Torino, 21 giu. - Papa Francesco ha chiesto realeparita' per le donne nel mondo del lavoro. "I loro diritti - hadetto in piazzetta Reale a Torino - vanno tutelati con forza,perche' le donne, che pure portano il maggior peso nella curadella casa, dei figli e degli anziani, sono ancoradiscriminate, anche nel lavoro". "Mi chiamo Alexandra, sonomoglie e mamma. Sento di appartenere a quella generazione dichi si e' dovuto rimboccare le maniche in fretta, nella miamente gia' mi vedevo una donna in carriera che gira il mondo inlungo e in

(AGI) - Torino, 21 giu. - Papa Francesco ha chiesto realeparita' per le donne nel mondo del lavoro. "I loro diritti - hadetto in piazzetta Reale a Torino - vanno tutelati con forza,perche' le donne, che pure portano il maggior peso nella curadella casa, dei figli e degli anziani, sono ancoradiscriminate, anche nel lavoro". "Mi chiamo Alexandra, sonomoglie e mamma. Sento di appartenere a quella generazione dichi si e' dovuto rimboccare le maniche in fretta, nella miamente gia' mi vedevo una donna in carriera che gira il mondo inlungo e in largo. Nel corso degli anni i miei sogni si sonomodificati, ma non l'ho mai sentito come una privazione". E'stata questa la testimonianza di una lavoratrice, rivolgendo anome dei colleghi un saluto al Papa, al quale ha confidato diavere il marito "disoccupato ormai da circa 2 anni e mezzo,impegnato ormai nel ruolo del 'mammo'", e di aver perso a uncerto punto il lavoro anche lei, "con l'angoscia veniva adormire con noi e la mattina era la prima ad alzarsi". "Ora cheho ripreso a lavorare nel mio piccolo cerco - ha assicurato -di collaborare e di essere solidale con i miei colleghi nondimenticando mai, chi, come mio marito, e' senza un lavoro, chie' ancora in cassaintegrazione, chi e' precario, i giovanisenza lavoro che gravano ancora sulle loro famiglie, che magaria loro volta vivono gravi difficolta' economiche". "GraziePadre Santo - ha detto infine Alexandra - per aver spessosottolineato il lavoro della donna, i suoi ritmi, gli orari eil salario, unito al nostro compito di 'regista' della nostrafamiglia, che, con l'aiuto dei nostri mariti, svolgiamo condedizione affrontando un giorno alla volta". (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it