Papa: diritto al lavoro e' diritto alla dignita'

(AGI) - CdV, 14 giu. - "Sono vicino a tutti i lavoratori chedifendono in modo solidale il diritto al lavoro che e' undiritto alla dignita'". Lo ha assicurato Papa Francesco dopol'Angelus. Il Papa ha rivolto anche "un pensiero speciale allacomunita' dei romeni cattolici che vivono a Roma" ed un saluto"al gruppo che ricorda tutte le persone scomparse" per le qualiha assicurato la sua preghiera". "A tutti - ha poi concluso -auguro una buona domenica. Per favore, non dimenticate dipregare per me. Buon pranzo e arrivederci!". L'Enciclica "Laudato si'", la seconda di Papa

(AGI) - CdV, 14 giu. - "Sono vicino a tutti i lavoratori chedifendono in modo solidale il diritto al lavoro che e' undiritto alla dignita'". Lo ha assicurato Papa Francesco dopol'Angelus. Il Papa ha rivolto anche "un pensiero speciale allacomunita' dei romeni cattolici che vivono a Roma" ed un saluto"al gruppo che ricorda tutte le persone scomparse" per le qualiha assicurato la sua preghiera". "A tutti - ha poi concluso -auguro una buona domenica. Per favore, non dimenticate dipregare per me. Buon pranzo e arrivederci!". L'Enciclica "Laudato si'", la seconda di Papa Francesco,"e' rivolta a tutti". Lo ha detto lo stesso Pontefice esortandoi fedeli che gremivano piazza San Pietro "a pregare perche'tutti possano ricevere il suo messaggio e crescere nellaresponsabilita' verso la casa comune che Dio ci ha affidato".Francesco ha confermato che l'atteso documento sara' pubblicatogiovedi' prossimo e si tratttera' di "una Lettera Enciclicasulla cura del Creato". "Invito ad accompagnare questoavvenimento - ha concluso - con una rinnovata attenzione allesituazioni di degrado ambientale, ma anche di recupero, neipropri territori". Come e' noto, Papa Francesco aveva chiesto al patriarcaBartolomeo I di presentare lui l'Enciclica "Laudato si'". Manon e' stato possibile e al suo posto a farlo sara' ilmetropolita di Pergamo, Giovanni Ziziolus che pubblicamenteBergoglio ha definito "il piu' grande teologo". Saranno, haspiegato ai sacerdoti di tutto il mondo riunti in San Giovanniin Laterano, "un ortodosso, un cattolico e un non credente apresentare l'Enciclica sulla salvaguardia del Creato, nellaquale - ha detto - dedico due paragrafi al patriarcaBarotolomeo come grande difensore della Creazione". Qualcunoaveva persino ipotizzato che l'Enciclica potesse esserepromulgata con firme congiunte dei due capi delle chiesed'Occidente e d'Oriente, non e' cosi' ma il messaggioambientalista del patriarca ortodosso trova dunque spazio neltesto. Ugualmente c'e grande apertura alle altre fedi, con lequali dobbiamo collaborare in difesa del Creato. "Credo che ildialogo con le religioni sia importante, anche su questo puntoc'e' un accordo. Ho parlato con alcuni esponenti delle altrereligioni sul tema e almeno due teologi l'hanno fatto. Nonsara' comunque una dichiarazione in comune, gli incontri con lereligioni arriveranno dopo", ha precisato Bergoglio in gennaio,mentre era in volo da Colombo a Manila. (AGI).