Papa: con presidente Egitto 22 minuti sul tema della pace

(AGI) - CdV, 24 nov. - Le parole "pace" e "impegno" sullelabbra del presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi, e laparola "coraggio" su quelle di Papa Francesco, colte daigiornalisti ammessi nella Biblioteca privata all'inizio di uncolloquio durato 22 minuti, alla presenza dell'interprete. Accompagnato da un seguito di nove persone, tutti uomini inabito scuro, il presidente ha anche detto a Bergoglio: "moltolieto di conoscerla, lei rappresenta un grande valore per tuttal'umanita'". Al termine del colloquio, le foto di rito e lo scambio deidoni. Il Pontefice ha donato la medaglia del secondo anno dipontificato

(AGI) - CdV, 24 nov. - Le parole "pace" e "impegno" sullelabbra del presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi, e laparola "coraggio" su quelle di Papa Francesco, colte daigiornalisti ammessi nella Biblioteca privata all'inizio di uncolloquio durato 22 minuti, alla presenza dell'interprete. Accompagnato da un seguito di nove persone, tutti uomini inabito scuro, il presidente ha anche detto a Bergoglio: "moltolieto di conoscerla, lei rappresenta un grande valore per tuttal'umanita'". Al termine del colloquio, le foto di rito e lo scambio deidoni. Il Pontefice ha donato la medaglia del secondo anno dipontificato e una copia della sua esortazione apostolica"Evangelii gaudium" rilegata in rosso. Il presidente haricambiato con un cofanetto d'argento intarsiato con sulcoperchio incastonato uno specchietto. Al-Sisi e' stato poiricevuto dal segretario di Stato Pietro Parolin. Nel corso dei cordiali colloqui del presidente Al-Sisi conil Papa e il cardinale Parolin, "ci si e' soffermati -riferisce una nota vaticana - sulla situazione del Paese,sottolineando la vicinanza e la solidarieta' della Chiesaall'intero popolo egiziano nel corso del periodo di transizionepolitica". In pari tempo, continua la Sala Stampa della SantaSede, "si e' espresso l'auspicio che, nel quadro delle garanziesancite dalla nuova Costituzione nell'ambito della tutela deidiritti umani e della liberta' religiosa, si possa rafforzarela coesistenza pacifica fra tutte le componenti della societa'e continuare nel cammino del dialogo interreligioso".Successivamente "sono stati passati in rassegna alcuni temi dicomune interesse, con particolare riferimento al ruolo delPaese nella promozione della pace e della stabilita' nel MedioOriente e nel Nord Africa". Al riguardo, conclude la nota, "e'stato ribadito che la via del dialogo e del negoziato e'l'unica opzione per porre fine ai conflitti e alle violenze chemettono in pericolo le popolazioni inermi e causano la perditadi vite umane". (AGI).