Papa: bagno di folla a Piazza di Spagna, "sia un Natale controcorrente"

(AGI) - CdV - Piazza di Spagna, via Condotti e via delBabuino gremite da 20 mila persone concentrate sulle parole e i  [...]

(AGI) - CdV, 8 dic. - Piazza di Spagna, via Condotti e via delBabuino gremite da 20 mila persone concentrate sulle parole e igesti di Papa Francesco (che anche oggi ha scambiato la suapapalina bianca con quella che gli ha portato un giovane cheaccompagnava un disabile) e non sulle vetrine colorate chegeneralmente attirano l'attenzione in queste che sono le stradepiu' commerciali del centro di Roma. In questo scenarioinsolito il Papa ha proposto oggi di non ridurre il Natale auna festa fatta di luminarie e lustrini. "In questo tempo checi conduce alla festa del Natale di Gesu - ha invocato rivoltoalla Vergine - insegnaci ad andare controcorrente: aspogliarci, ad abbassarci, a donarci, ad ascoltare, a faresilenzio, a decentrarci da noi stessi, per lasciare spazio allabellezza di Dio, fonte della vera gioia. O Madre nostraImmacolata, prega per noi!". Pregando davanti la l'Immacolata di Piaqzza di Spagna,Francesco ha detto: "La potenza dell'amore di Dio, che ti hapreservata dal peccato originale, per tua intercessione liberil'umanita' da ogni schiavitu' spirituale e materiale, e facciavincere, nei cuori e negli avvenimenti, i1 disegno di salvezzadi Dio. Fa' che anche in noi, tuoi figli, la grazia prevalgasull'orgoglio e possiamo diventare misericordiosi come e'misericordioso il nostro Padre celeste". "O Maria, Madre nostra, oggi il popolo di Dio in festa tivenera Immacolata, preservata da sempre dal contagio delpeccato. Accogli l'omaggio che ti offro a nome della Chiesa chee' in Roma e nel mondo intero", ha detto ad alta voceFrancesco, giunto ai piedi della colonna dell'Immacolata, doveha fatto deporre un cesto di rose bianche, dalla Basilica diSanta Maria Maggiore che ha visitato per la sedicesima voltadall'elezione del 13 maggio 2013. Accompagnato dal sostituto della Segreteria di Stato,Giovanni Angelo Becciu, e dal prefetto della Casa Pontificia,Georg Gaenswein, alla Basilica Liberiana, il Papa e' statoaccolto dall'arciprete, cardinale Santos y Avril, mentre inpiazza di Spagna ha trovato ad attenderlo il sindaco IgnazioMarino, con il quale ha scambiato un abbraccio, il presidentedella regione Nicola Zingaretti, i cardinali Agostino Vallini,vicario di Roma, Fernando Filoni, prefetto di Propaganda Fide,e Julian Herranz, presidente emerito del dcatero per i testilegislativi, i vescovi ausiliari Matteo Zuppi e Lorenzo Leuzzi,e soprattutto una notevole folla, valutabile in circa 20 milapersone in quanto gremiva anche via del Babuino, via Condotti ele altre strade limitrofe. A capo scoperto il Papa ha ricordatola verita' di fede che vuole Maria vittoriosa sul peccato esulla morte: "su di te il male non ha potere", ha detto rivoltoalla Vergine, sottolineando che cio' "ci riempie di speranza edi fortezza nella lotta quotidiana che noi dobbiamo compierecontro le minacce del maligno". "Animati da questa speranza -ha concluso - noi oggi invochiamo la tua materna protezione pernoi, per le nostre famiglie, per questa Citta', per il mondointero". Francesco ha poi salutato tutti i malati e disabiliche erano stati collocati nelle prime file. (AGI).