Palermo: paura per 20. 000 addetti siciliani ai call-center

(AGI) - Palermo, 14 ott. - Sono 10 mila gli addetti aicall-center a Palermo e 20 mila in tutta Sicilia. La tegola deicambi d'appalto, se non passa l'emendamento sulla 'clausolasociale', "puo' avere effetti a domino e creare un disastro intutto il territorio". Gia' ad Almaviva, a dicembre, con lecommesse in scadenza di Enel e Tim, gli esuberi possibili sonomille. E' l'allarme lanciato questa mattina dalla componenteSlc Cgil di Palermo Rosalba Vella nell'incontro in prefetturache ha concluso il sit-in organizzato in via Cavour a sostegnodell'emendamento in corso di approvazione al Parlamento che

(AGI) - Palermo, 14 ott. - Sono 10 mila gli addetti aicall-center a Palermo e 20 mila in tutta Sicilia. La tegola deicambi d'appalto, se non passa l'emendamento sulla 'clausolasociale', "puo' avere effetti a domino e creare un disastro intutto il territorio". Gia' ad Almaviva, a dicembre, con lecommesse in scadenza di Enel e Tim, gli esuberi possibili sonomille. E' l'allarme lanciato questa mattina dalla componenteSlc Cgil di Palermo Rosalba Vella nell'incontro in prefetturache ha concluso il sit-in organizzato in via Cavour a sostegnodell'emendamento in corso di approvazione al Parlamento cheintroduce la clausola sociale nei cambi d'appalto. C'e'tensione tra i lavoratori perche' sono molti i call center arischio. I 262 operatori di Atlanet, nel passaggio da Accenturea Bt hanno perso parte dell'integrativo aziendale. (AGI)