Palermo: arrestato noto primario, "prendeva soldi da pazienti"

(AGI) - Palermo, 29 giu. - Un primario ospedaliero di chirurgiaplastica, Matteo Tutino, dell'ospedale Villa Sofia, e' statoarrestato a Palermo dai carabinieri del Nas con l'accusa diaver svolto attivita' privata nel reparto che dirigeva. Ilmedico dovra' rispondere di truffa al sistema sanitario,peculato, falso e abuso d'ufficio. Nei suoi confronti, il Gip Giovanni Francolini ha dispostogli arresti domiciliari su richiesta del procuratore aggiuntoLeonardo Agueci e del sostituto Luca Battinieri, a conclusionedi un'indagine avviata nel 2013. L'indagato, direttoredell'unita' operativa complessa di Chirurgia plastica e maxillofacciale di un ospedale palermitano, secondo l'accusa eseguiva

(AGI) - Palermo, 29 giu. - Un primario ospedaliero di chirurgiaplastica, Matteo Tutino, dell'ospedale Villa Sofia, e' statoarrestato a Palermo dai carabinieri del Nas con l'accusa diaver svolto attivita' privata nel reparto che dirigeva. Ilmedico dovra' rispondere di truffa al sistema sanitario,peculato, falso e abuso d'ufficio. Nei suoi confronti, il Gip Giovanni Francolini ha dispostogli arresti domiciliari su richiesta del procuratore aggiuntoLeonardo Agueci e del sostituto Luca Battinieri, a conclusionedi un'indagine avviata nel 2013. L'indagato, direttoredell'unita' operativa complessa di Chirurgia plastica e maxillofacciale di un ospedale palermitano, secondo l'accusa eseguivanella struttura pubblica interventi estetici non inclusi nei livelli essenziali di assistenza (lea) del servizio sanitarionazionale e ritenuti perio' riferibili ad attivita' liberoprofessionale non consentita negli ospedali. Per questeprestazioni, secondo l'accusa, il medico si faceva pagare uncompenso non dovuto dai pazienti, celandolo quale corrispettivoper prestazioni post operatorie, ovvero medicazioni, oltre arichiederne il rimborso al servizio sanitario regionale sullabase di documentazioni sanitarie e cartelle clinichefalsificate. I carabinieri del Nas hanno eseguito diverseperquisizioni in collaborazione con il Nucleo di poliziatributaria della Guardia di finanzadi Palermo. Le indagini, che proseguono per accertare ulterioricondotte illecite del primario e di suoi collaboratori. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it