Orlando: "Se Battisti sara' espulso pronti a estradarlo in Italia"

(AGI) - Roma, 4 mar. - L'Italia e' ferma nel chiederel'estradizione di Cesare Battisti: se il provvedimento emessodalle autorita' brasiliane, che potrebbe portare

Orlando: "Se Battisti sara' espulso pronti a estradarlo in Italia"

(AGI) - Roma, 4 mar. - L'Italia e' ferma nel chiederel'estradizione di Cesare Battisti: se il provvedimento emessodalle autorita' brasiliane, che potrebbe portare all'espulsionedal Brasile di Battisti venisse confermato, la richiesta diestradizione, gia' fatta in passato, andrebbe rinnovata sullabase del nuovo provvedimento e rivolta ad altri Paesi. Aspiegarlo e' il ministro della Giustizia, Andrea Orlando,interpellato sul 'caso Battisti', a margine della registrazionedi una puntata di 'Porta a porta' dedicata alla giustizia."Abbiamo avviato tutti i canali diplomatici - ha detto Orlando- il ministero si e' attivato per capire le conseguenze diquesta sentenza che, pero', non e' definitiva. Se fosseconfermata, non porterebbe all'estradizione, ma all'espulsionedi Battisti verso i Paesi che sono ipotizzati", come Francia oMessico. "Auspichiamo che tale provvedimento consenta - ha aggiuntoil guardasigilli - di dar luogo ad una richiesta diestradizione che sosteniamo da tempo e che e' stata gia'fatta. Il problema sara' farla rispetto a questo nuovoprovvedimento, perche' andrebbe rivolta ad altri Paesi". (AGI)