Omicidio Ravello: pista passionale, forse donna uccisa per gelosia

(AGI) - Salerno, 28 mar. - Vincenza Dipino, la donna di 55 anniarrestata ieri a Ravello con l'accusa di aver ucciso PatriziaAttruia, 48 anni, potrebbe essere stata accecata dalla gelosia.Gli inquirenti seguono infatti la pista passionale per risalireal movente dell omicidio avvenuto in un piccolo appartamento invia San Cosma, nel comune della costiera amalfitana. I reatiipotizzati dal pm Cristina Giusti a carico della Dipino sonoomicidio volontario e occultamento di cadavere. La vittima48enne sarebbe stata strangolata al culmine di una lite con laDipino che poi avrebbe nascosto il cadavere in una cassapanca.

(AGI) - Salerno, 28 mar. - Vincenza Dipino, la donna di 55 anniarrestata ieri a Ravello con l'accusa di aver ucciso PatriziaAttruia, 48 anni, potrebbe essere stata accecata dalla gelosia.Gli inquirenti seguono infatti la pista passionale per risalireal movente dell omicidio avvenuto in un piccolo appartamento invia San Cosma, nel comune della costiera amalfitana. I reatiipotizzati dal pm Cristina Giusti a carico della Dipino sonoomicidio volontario e occultamento di cadavere. La vittima48enne sarebbe stata strangolata al culmine di una lite con laDipino che poi avrebbe nascosto il cadavere in una cassapanca. La Dipino ha spiegato di aver aperto le porte della sua casaall'Attruia e al compagno, Giuseppe Lima, dal momento che i dueavevano problemi economici. E proprio in quell'appartamento divia San Cosma sarebbero maturate negli ultimi mesi gelosie trale due donne. Forse alla base dei dissidi ci sarebbero leeccessive attenzioni della Dipino nei confronti del compagnodella vittima. I carabinieri della compagnia di Amalfi hannoascoltato vicini di casa e il compagno della vittima. Il corpodella Attruia si trova ell'obitorio dell'ospedale Ruggid'Aragona di Salerno in attesa dell autopsia. La Dipino e'rinchiusa in carcere a Fuorni.(AGI) .