Omicidio Fanella: arrestati intercettati su indagine mafia a Roma

(AGI) - Roma, 18 dic. - E' una cabina telefonica sulla viaFlaminia il punto di collegamento tra l'omicidio di SilvioFanella, ucciso il 3 luglio scorso, ritenuto il 'cassiere'della truffa ideata da Gennaro Mokbel, e l'inchiesta su mafiacapitale che ha portato agli arresti di un gruppo criminalecapeggiato da Massimo Carminati. In particolare, la cabinatelefonica era sotto il controllo degli investigatori del Rosdei carabinieri. Si tratta di una cabina che veniva utilizzataspesso proprio da Carminati e per questo i militari laintercettavano. Proprio prima dell'omicidio di Fanella icarabinieri del Ros si sono trovati

(AGI) - Roma, 18 dic. - E' una cabina telefonica sulla viaFlaminia il punto di collegamento tra l'omicidio di SilvioFanella, ucciso il 3 luglio scorso, ritenuto il 'cassiere'della truffa ideata da Gennaro Mokbel, e l'inchiesta su mafiacapitale che ha portato agli arresti di un gruppo criminalecapeggiato da Massimo Carminati. In particolare, la cabinatelefonica era sotto il controllo degli investigatori del Rosdei carabinieri. Si tratta di una cabina che veniva utilizzataspesso proprio da Carminati e per questo i militari laintercettavano. Proprio prima dell'omicidio di Fanella icarabinieri del Ros si sono trovati davanti ad una telefonata,partita dalla cabina, tra Egidio Giuliani e Manlio Denaro. Sonodue personaggi arrestati per il tentativo di rapimento e ilsuccessivo omicidio di Fanella. Nel corso di quella telefonataManlio Denaro dice a Giuliani, che si trova a Novara e chedirige un cooperativa per il reinserimento di ex detenuti:"Quando scendete per la festa della nonna?", Denaro risponde:"Noi siamo pronti. Io scendero' il 26, mentre gli altri dopo.Ma tu fammi trovare i regalini che ti avevo chiesto".Telefonata che prova i preparativi del sequestro di Fanella.Secondo quanto accertato dagli investigatori della polizia diStato, Giuliani effettivamente scende a Roma da Novara il 26giugno e Denaro, secondo quanto ricostruito dalla squadramobile della capitale, pensera' alla logistica provvedendo afornire documenti falsi e i mezzi per muoversi per Roma. Unaltro punto di collegamento tra le due inchieste e' unatelefonata di Massimo Carminati intercettata sempre dagliinvestigatori del Ros. In questo caso Carminati parla con uninterlocutore il quale sottolinea che Gennaro Mokbel avanza daManlio Denaro, anche lui coinvolto nella inchiesta della truffaFastweb-Telecom Sparkle, "un bel po' di soldi". MassimoCarminati pero' risponde che "Denaro e' estremamente pericolosoe quei soldi non glieli ridara' mai". "Massimo Carminati - hadetto il procuratore aggiunto Antimafia di Roma, MichelePrestipino - non e' coinvolto nella indagine sulla morte diFanella, l'unico elemento di collegamento e' l'utilizzo dellastessa cabina telefonica. Altro elemento di collegamento sonoalcuni soggetti che nel passato si conoscevano per unaappartenenza nel medesimo contesto politico. Allo stato abbiamoindividuato tutti gli esecutori materiali dell'omicidioFanella, ed anche il movente immediato, ovvero il cosiddetto'tesoretto' composto da contanti e diamanti, sul restoproseguiremo le indagini".(AGI)