Com'è la Nuvola Lavazza inaugurata a Torino, in 8 foto

  • Uno spazio di oltre 30mila metri quadrati, nel quartiere Aurora di Torino, per un investimento complessivo di oltre 120 milioni di euro. Così il gruppo Lavazza, azienda leader a livello internazionale nel settore del caffè, conferma il suo legame con il capoluogo piemontese, dove è nata oltre 120 anni fa, e con l'Italia. 
  •  Nella Nuvola Lavazza, firmata dall'architetto Cino Zucchi, ha sede, infatti, il quartier generale dell'Azienda, ma anche spazi di collegamento con la città e non solo. 
  • Venerdì la cerimonia di inaugurazione condotta da Pierfrancesco Favino, alla presenza della sindaca Chiara Appendino, dell'assessore regionale alla cultura Antonella Parigi e di esponenti del mondo imprenditoriale ed economico torinese accolti da tutti i rappresentanti della famiglia Lavazza, a cominciare dal presidente del Gruppo Alberto Lavazza, ai vice presidenti Giuseppe e Marco Lavazza. 
  • Sul palco anche il "Golden Team", come è stato definito, protagonista dei diversi volti dell'edificio, dall'architettura al food, dalla scenografia al design: con Cino Zucchi, gli chef Ferran Adrià e Federico Zanasi, Dante Ferretti e Ralph Appelbaum. 

  • Nella struttura, premiata con il livello "Platinum" della certificazione Leed, il riconoscimento più alto per quanto riguarda l'eccellenza energetico-ambientale, trovano spazio, infatti, un centro congressi, che potrà ospitare fino a 1000 persone, il Bistrot, aperto a tutti, non solo ai dipendenti, ispirato alla filosofia 'Slow Food' ed anche un'area archeologica, nella quale si trovano i resti di una basilica paleocristiana del IV-V secolo dopo Cristo, venuta alla luce durante i lavori di realizzazione dell'edificio e resa ora visibile attraverso una vetrata che la protegge. 
  • L'8 giugno poi è prevista l'apertura del ristorante "Condividere", il concept di Ferran Adrià, realizzato con la scenografia di Dante Ferretti e la presenza dello chef Federico Zanasi proporrà una nuova modalità di "condivisione informale di piatti d'autore". E nella nuova area Lavazza non poteva mancare un museo dedicato al caffè. Nei suoi locali, che apriranno al pubblico il prossimo 8 giugno, con l'allestimento di Ralph Appelbaum sarà possibile intraprendere un viaggio sensoriale nella cultura del caffè, intrecciato al racconto della storia della famiglia Lavazza. Ad accompagnare i visitatori i testi scritti dalla Scuola Holden con la supervisione di Alessandro Baricco.
  • Dai diversi interventi di oggi, nel corso della cerimonia di inaugurazione, un principale filo conduttore: la conferma della volontà del Gruppo di rimanere a Torino, in Italia. "Siamo rimasti nella stessa città con cui abbiamo condiviso la nostra storia, la nostra crescita - ha sottolineato, infatti, il presidente Alberto Lavazza - e ancora vogliamo condividere il nostro futuro".
  • Ed ancora, sono parole del vicepresidente Giuseppe Lavazza, "il nostro vuole essere un gruppo sempre più globale ed allo stesso indipendente, capace di valorizzare il nostro spirito italiano e piemontese. Come famiglia e come azienda abbiamo fortemente voluto che la Nuvola nascesse a Torino, noi da qui non ce ne andiamo, noi qui restiamo per continuare a crescere e sognare”
15 aprile 2018,19:12




15 aprile 2018,19:12