Spara per gelosia al padre della fidanzata e finisce in manette

Spara per gelosia al padre della fidanzata e finisce in manette

Il diciottenne sospettava che la ragazza avesse creato un falso profilo sul social network Instagram tramite il quale contattava altri ragazzi del quartiere

spara per gelosia al padre della fidanzata

Pistola

AGI - Sospettava che la sua fidanzata avesse creato ed utilizzasse, assieme ad un'amica, un falso profilo sul social network Instagram tramite il quale contattava altri ragazzi del quartiere di San Cristoforo a Catania ed ha chiesto un incontro chiarificatore con il padre della ragazza al quale ha sparato a bruciapelo un colpo di pistola alla gamba.

C'è voluta un'indagine durata più di un mese per chiarire i retroscena di quel misterioso agguato avvenuto per gelosia il 20 agosto. Con l'accusa di lesioni personali aggravate e porto illegale di armi e munizioni i carabinieri della compagnia di piazza Dante hanno arrestato Michael Kevin Cambria di 18 anni.

L'indagine, coordinata dalla procura della Repubblica etnea e condotta dai carabinieri è stata avviata subito dopo il ricovero in ospedale della vittima che aveva riferito di aver avuto una discussione, nei pressi di via Cristoforo Colombo a causa di un tamponamento fra scooter, con uno sconosciuto il quale gli aveva puntato una pistola alle gambe per poi sparargli a bruciapelo e fuggire via.

Gli investigatori, per nulla convinti delle dichiarazioni della vittima hanno eseguito un sopralluogo nella zona indicata senza pero' trovare un preciso riscontro su quanto riferito. Nel corso dell'attività investigativa è emerso che il movente del ferimento non era connesso ad alcun sinistro o diverbio stradale, ma era scaturito per motivi sentimentali, di gelosia e di orgoglio tra giovani del quartiere San Cristoforo.