Benotti coinvolto con altre 4 persone in un'operazione della GdF sul caso mascherine

Benotti coinvolto con altre 4 persone in un'operazione della GdF sul caso mascherine

Il giornalista della Rai in aspettativa è destinatario di una misura di interdizione emessa dal Gip di Roma nell'ambito dell'inchiesta sulla maxicommesa per la fornitura di mascherine durante l'emergenza covid

Benotti coinvolto operazione GdF caso mascherine

© LORENZO DI COLA / NURPHOTO / NURPHOTO VIA AFP - Mascherina abbandonata

Mario Benotti, giornalista Rai in aspettativa e presidente del consorzio Optel e di Microproducts It, è coinvolto in un'operazione della Guardia di Finanza nell'ambito nell'ambito dell'inchiesta sulle maxicommesse da 72 milioni di euro per l'acquisto di 801 milioni di mascherine provenienti dalla Cina, durante la prima ondata di covid.

Nella stessa operazione, su ordine del Gip di Roma, è finito agli arresti domiciliari Edisson Jorge San Andres Solis, mentre sono stati interditti dall'esercizio di attività d'impresa e dalla possibilità di ricoprire incarichi o uffici direttivi lo stesso Benotti; l'ad di Microproducts It, Daniela Rossana Guarnieri; Andrea Vincenzo Tommasi, titolare della Sunsky srl e Khouzam Georges Fares.

L'ipotesi di reato è quella di traffico di influenze illecite in concorso e aggravato dal reato transnazionale. Le indagini riguardano gli affidamenti, per un valore complessivo di 1,25 miliardi di euro, effettuati dal commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 a favore di tre consorzi cinesi per l'acquisito di oltre 800 milioni di mascherine di varie tipologia, effettuate con l'intermediazione - non contrattualizzata dalla struttura commissariale - di alcune imprese italiane, cioè la Sunsky. di Milano, la Partecipazioni, la Microproducts IT e la Guernica di Roma.

Per l'attività di intermediazione e dei connessi affidamenti - spiegano gli investigatori - le società hanno percepito commissioni per decine di milioni di euro dai consorzi cinesi risultati affidatari delle forniture dei dispositivi di protezione individuale (in particolare, mascherine chirurgiche e del tipo FFP2 e FFP3". Le misure cautelari personali fanno seguito ai sequestri preventivi disposti - anche in via d'urgenza - nei giorni scorsi per un importo complessivo di circa 70 milioni di euro.