"In Italia 10 milioni di immuni? Improbabile", dice Rezza

"In Italia 10 milioni di immuni? Improbabile", dice Rezza

Secondo il direttore del dipartimento di malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità , "Pensare che il 10% della popolazione italiana - come suggerisce l'Imperial College - si sia già infettata è veramente improbabile. Io dico magari"

coronavirus immuni rezza

Ci sono studi secondo i quali ci sarebbero dieci milioni di persone immuni in Italia. "Questa è una cosa che nessuno sa - afferma Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità, ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici". "Addirittura uno studio dell'Imperial College - sottolinea Rezza - che io pensavo fossero dei matematici piuttosto seri, stimano circa dieci milioni di persone immuni in Italia. Non so come escano fuori questi numeri. Anche i modelli possono sbagliare. Pensare che il dieci percento della popolazione italiana si sia già infettata è veramente improbabile. Io dico magari. Vorrebbe dire che moltissima gente si è infettata senza saperlo - conclude l'esperto - e quindi per il virus la vita diventerebbe più dura. Io non credo però che le cose stiano così e solo gli studi di sieroprevalenza ben fatti potrebbero dirci la verità".