Napoli: 17enne ucciso, slitta la sentenza, gip riapre istruttoria

(AGI) - Napoli - Colpo di scena al processo per lamorte di Davide Bifolco, il 17enne ucciso da un carabiniere aNapoli  

(AGI) - Napoli, 1 ott. - Colpo di scena al processo per lamorte di Davide Bifolco, il 17enne ucciso da un carabiniere aNapoli nella notte tra il 4 e il 5 settembre 2014. Il giudiceper le indagini preliminari ha appena deciso di riaprirel'istrutturia e 'condizionare' il rito abbreviato per ascoltareun consulente di un perito balistico di parte. La sentenza e'dunque slittata al 19 novembre. La richiesta di non chiudere ilprocesso questa mattina e' stata avanzata dall'avvocato diparte civile, Fabio Anselmi, che ritiene che si tratti di un"omicidio volontario". Alla notizia della riapertura delprocesso in aula sono partiti applausi e urla di gioia."Bisogna riformulare capo di imputazione, non puo' essereomicidio colposo", ha detto ancora Anselmi. Oltre al peritobalistico saranno anche sentiti i carabinieri che nel giornodell'omicidio erano nell'auto. All'esterno del tribunalec'erano manifestanti di centri sociali, l'associazione 'verita'e giustizia' e la sorella di Stefano Cucchi, oltre che amici eparenti del 16enne ucciso. (AGI).