Moviemax: dimissioni del Presidente del Consiglio di Amministrazione

Moviemax Media Group S.p.A. comunica che il Dott. Andrea Nannoni, Consigliere e Presidente del Consiglio di Amministrazione della società, ha rassegnato nella giornata di ieri le proprie dimissioni dalle cariche. Il Dott. Nannoni, ringraziando il Consiglio di Amministrazione per la fiducia espressa nel suo operato, da ultimo nel corso del recente Consiglio di Amministrazione tenutosi in data 21 novembre scorso, motiva la propria scelta come conseguenza della necessità di poter dimostrare con la massima serenità la propria totale estraneità ai fatti oggetto dell'indagine in corso da parte della Magistratura Requirente in relazione ad eventuali irregolarità relative all'aumento di capitale sottoscritto da Computio Finance SA e all'impegno di futura sottoscrizione di un aumento di capitale da parte di Sugarmovies Limited nell'ambito della procedura di concordato preventivo in continuità ex art.

Moviemax Media Group S.p.A. comunica che il Dott. Andrea Nannoni, Consigliere e Presidente del Consiglio di Amministrazione della società, ha rassegnato nella giornata di ieri le proprie dimissioni dalle cariche. Il Dott. Nannoni, ringraziando il Consiglio di Amministrazione per la fiducia espressa nel suo operato, da ultimo nel corso del recente Consiglio di Amministrazione tenutosi in data 21 novembre scorso, motiva la propria scelta come conseguenza della necessità di poter dimostrare con la massima serenità la propria totale estraneità ai fatti oggetto dell'indagine in corso da parte della Magistratura Requirente in relazione ad eventuali irregolarità relative all'aumento di capitale sottoscritto da Computio Finance SA e all'impegno di futura sottoscrizione di un aumento di capitale da parte di Sugarmovies Limited nell'ambito della procedura di concordato preventivo in continuità ex art. 186-bis l.fall., ammesso dal Tribunale di Milano con decreto in data 10/11 luglio 2014. Ciò non gli consentirebbe, aggiunge il Dott. Nannoni, di continuare a prestare alla società l'attenzione e l'impegno, fino ad oggi profusi, che l'attuale situazione richiede
(RV)