Monte Bianco, all'alba ripresi i soccorsi

Ancora in 16 bloccati da ieri in alta quota per un guasto alla funivia

Monte Bianco, all'alba ripresi i soccorsi
 Elicottero Soccorso Alpino (Cnsas)

Roma - Sono ancora bloccate in quota 16 persone, dopo il guasto della cabinovia panoramica sul Monte Bianco ferma da ieri sera a oltre 3.800 metri. Le operazioni di salvataggio, spiega il Soccorso Alpino, sono riprese, dopo l'interruzione attorno a mezzanotte e mezza a causa della nebbia. Un elicottero del Cnsas e' gia' in zona, ma dell'intervento per le ultime cabine si occuperanno direttamente i soccorritori francesi. Sul posto sono presenti medici e psicologi dell'emergenza. In poche ore, assicurano dal Soccorso Alpino, l'odissea degli ultimi passeggeri rimasti in quota dovrebbe concludersi positivamente: il tempo e' buono e il cielo e' sereno sul Monte Bianco.

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sulla teleferica che collega l'Aiguille du Midi (3.842 metri), sul lato francese del massiccio, alla Punta di Helbronner, (3.462 metri) che si trova sul limite del versante italiano.A bordo delle 'telecabine' dell'impianto 'Panoramica Mont-Blanc' che percorre circa 5 chilometri dal punto di partenza all'arrivo erano presenti 110 persone. Il guasto sarebbe stato provocato da un incrocio di cavi che si e' prodotto forse a causa del vento. Poco dopo una operazione condotta con elicotteri svizzeri, francesi e italiani e' stata organizzata per riportare i turisti a terra. Ma a causa del buio e delle condizioni climatiche non ottimali e' stata sospesa dopo qualche ora ed è potuta riprendere solo all'alba. (AGI)