Montagna: maltempo impedisce il recupero dei corpi dei due alpini

(AGI) - L'Aquila  - A causa della spessa coltre di nubie dell'imperversare del vento forte, che impedisceall'elicottero del 118 di recarsi    [...]

(AGI) - L'Aquila, 16 nov. - A causa della spessa coltre di nubie dell'imperversare del vento forte, che impedisceall'elicottero del 118 di recarsi sul posto, al momento non e'stato ancora possibile recuperare le salme dei due alpinipugliesi deceduti venerdi' scorso durante un'escursione sulGran Sasso. Si tratta di Giovanni De Giorgi, 26 anni,originario di Galatina (Lecce) e Massimiliano Cassa, 29 anni,di Corato (Bari), entrambi con il grado di primo caporalmaggiore e accomunati da una forte passione per la montagna. Icorpi esanimi dei due giovani militari di stanza a L'Aquila,come effettivi, presso la caserma "Paquali", sede del NonoReggimento Alpini, erano stati individuati ieri daisoccorritori in un dirupo della Conca degli Invalidi-Vallonedei Ginepri, versante teramano del Gran Sasso. Liberi dalservizio, la loro intenzione era quella di effettuareun'escursione sul Corno Grande tramite la via "normale". Sono in corso le indagini per capire i motivi del decesso:la pista piu' accreditata e' che i due giovani siano scivolatisu una lastra di ghiaccio precipitando poi in un canalone peroltre trecento metri. Fatale l'impatto con le rocce. A CampoImperatore, dove e' stato allestito il campo base, fin daiprimi momenti e' stato presente il comandante della casermadegli alpini dell'Aquila. In giornata, se gli impegni legati almaltempo che sta flagellando il nord Italia lo consentiranno,e' atteso in citta' il generale di brigata Massimo Panizzi,comandante della Brigata Alpina "Taurinense" dalla qualedipende il Nono Reggimento. I familiari delle vittime sitrovano a L'Aquila gia' da ieri mattina. Il Capo di StatoMaggiore dell'Esercito, il generale di Corpo d'Armata ClaudioGraziano, ha espresso a nome dell'Esercito e suo personale "Ilpiu' profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza" ai congiuntidei due alpini. Attualmente i corpi dei militari si trovanoassicurati in barelle ancorate al suolo da parte delle squadredi soccorso. (AGI) .