Mondadori torna in utile: risultato netto consolidato positivo n

Il Consiglio di Amministrazione di Arnoldo Mondadori EditoreS.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di MarinaBerlusconi, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio eil bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 presentatidall'amministratore delegato Ernesto Mauri. Il 2014 harappresentato per Mondadori un anno di svolta con la confermadel positivo esito delle azioni avviate nel 2013 relative, inparticolare, alla razionalizzazione strategica del portafogliodi attivita' e alla ridefinizione dell'assetto industriale eorganizzativo del Gruppo: combinate al costante impegno sulcontenimento dei costi operativi e di struttura, tali azionihanno comportato un significativo miglioramento del risultatoeconomico,

Il Consiglio di Amministrazione di Arnoldo Mondadori EditoreS.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di MarinaBerlusconi, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio eil bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 presentatidall'amministratore delegato Ernesto Mauri. Il 2014 harappresentato per Mondadori un anno di svolta con la confermadel positivo esito delle azioni avviate nel 2013 relative, inparticolare, alla razionalizzazione strategica del portafogliodi attivita' e alla ridefinizione dell'assetto industriale eorganizzativo del Gruppo: combinate al costante impegno sulcontenimento dei costi operativi e di struttura, tali azionihanno comportato un significativo miglioramento del risultatoeconomico, nonche' della ritrovata capacita' di Mondadori digenerare un cash flow positivo con l'obiettivo, da un lato, diridurre l'indebitamento finanziario consolidato, dall'altro disostenere con adeguate risorse la crescita del Gruppo.L'ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO AL 31 DICEMBRE 2014 Iricavi netti consolidati dell'esercizio 2014 si sono attestatia 1.177,5 milioni di euro, in riduzione del 7,7% rispetto ai1.275,8 milioni di euro del 2013. A perimetro omogeneo,considerando il conferimento delle attivita' di raccoltapubblicitaria a Mediamond S.p.A. avvenuto nel gennaio 2014, ilcalo dei ricavi consolidati e' pari al 4,6%. Il margineoperativo lordo consolidato e' risultato in netto miglioramentonell'esercizio 2014, attestandosi a 67,1 milioni di eurorispetto a un dato negativo di 12,8 milioni di eurodell'esercizio precedente. Anche al netto di elementi nonricorrenti (che nel 2013 avevano inciso per circa 62 milioni dieuro, relativi principalmente ad oneri di ristrutturazione), ilmargine operativo lordo ha evidenziato una crescitasignificativa di circa il 30%, passando da 49,1 milioni di eurodel 2013 a 63,5 milioni nell'esercizio in esame. Questaperformance conferma il recupero di redditivita' e la maggioreefficienza gestionale del Gruppo. Il risultato operativoconsolidato e' di 42,4 milioni di euro (-183,1 milioni di euronell'esercizio 2013). Nel risultato negativo registrato nel2013 trovavano espressione svalutazioni per un importo pari a145,4 milioni di euro, conseguenti al processo di impairmentche aveva allineato asset e partecipazioni a valori conformi almutato contesto di mercato. Il risultato prima delle imposteconsolidato e' 19,4 milioni di euro rispetto a un risultatonegativo di -207,3 milioni nell'esercizio precedente; nel 2014gli oneri finanziari sono ammontati a 23 milioni di euro (24,2milioni nel 2013). Il risultato netto consolidato, dopo ilrisultato di pertinenza di terzi, e' positivo per 0,6 milionidi euro, rispetto a una perdita di 185,4 milioni di euro del2013. La posizione finanziaria netta di Gruppo al 31 dicembre2014 ha mostrato un sensibile miglioramento, attestandosi a-291,8 milioni di euro rispetto ai -363,2 milioni del 31dicembre 2013. Nell'esercizio 2014 il flusso di cassa operativoe' 47,2 milioni di euro (-28,7 milioni di euro al 31 dicembre2013); il cash flow derivante dall'attivita' ordinaria (dopo ilpagamento degli oneri finanziari e delle imposte del periodo)e' pari a 18,8 milioni di euro (rispetto a un dato negativo di64,1 milioni di euro del 2013) per effetto del recupero diredditivita' e della ottimizzazione nella gestione del capitalecircolante. Il flusso di cassa straordinario e' positivo per52,6 milioni di euro, nonostante gli esborsi relativi aglioneri di ristrutturazione (20,3 milioni di euro), per effettoprincipalmente dell'aumento del capitale sociale e dell'incassoderivante dalla cessione di un asset in ambito retail. LE AREEDI BUSINESS LIBRI Nell'area Libri il Gruppo ha confermato laleadership in Italia con una quota del 26,5% del mercato trade.I programmi editoriali hanno consentito alle case editrici delGruppo di avere in classifica quattro tra i primi dieci titolipiu' venduti nell'anno, tra cui il primo assoluto Storia di unaladra di libri di Markus Zusak (Frassinelli). Nel mercato deilibri scolastici Mondadori Education, con una quota adozionalepari al 13%, in linea con quella dell'anno 2013, ha confermatola terza posizione nel mercato. Nel 2014 i ricavi dell'Area sisono attestati a 336,6 milioni di euro, in crescita dello 0,7%rispetto ai 334,3 milioni di euro dell'esercizio precedente pereffetto della performance positiva dell'area Educational(+1,6%) e delle attivita' relative alla distribuzione di libriper conto di editori terzi, nonostante il calo registrato daiprodotti trade. Nel 2014 il margine operativo lordo e'risultato di 45,1 milioni di euro, in flessione del 2,4%rispetto all'esercizio precedente, con una marginalita'complessiva pari al 13% dei ricavi. A fronte di un incrementodi redditivita' in termini assoluti e percentuali dell'areaEducational, nel Trade si e' registrato un calo legato allacontrazione dei ricavi derivante da una diversa programmazioneeditoriale (l'avvio della componente piu' rilevante delprogramma editoriale nel secondo semestre non ha comunqueconsentito di recuperare quanto perso nei primi sei mesi),nonche' da un diverso mix di ricavi derivante dal significativoincremento dell'attivita' di distribuzione per editori terzicaratterizzata da una minore redditivita' percentuale.PERIODICIITALIA L'Area Periodici Italia ha proseguito nel trend delprimo semestre, riportando un andamento migliore rispetto alsettore di riferimento per diffusioni e pubblicita'. Mondadorisi e' confermata leader di mercato con una quota, a valore,pari al 31,3%. L'Area ha registrato nell'esercizio 2014 ricavicomplessivi per 297 milioni di euro, in calo dell'8,9% rispettoai 326,1 milioni di euro del 2013 (-7,6% a portafoglioomogeneo). In particolare: - i ricavi diffusionali (edicola +abbonamenti) sono diminuiti del 7,2% (-5% a portafoglioomogeneo); per quanto riguarda il solo canale edicola, e' statoregistrato un andamento migliore del mercato di riferimento inflessione dell'8,2%; - i ricavi pubblicitari print hannoregistrato un calo del 5,4%, ma al netto delle testate chiuse ecedute la contrazione si limita al 3,4% (rispetto al -6,5% delmercato; fonte Nielsen); considerando la positiva performanceregistrata sul digitale, la raccolta pubblicitaria dei brandMondadori (print + web) e' in diminuzione del 2,8% a perimetroomogeneo; - i ricavi derivanti dalle vendite congiunte (DVD,CD, libri e oggettistica allegati ai giornali), pur indiminuzione del 24,3%, hanno evidenziato un incremento dellaredditivita' percentuale principalmente per effetto dellastrategia di razionalizzazione e attenta selezione delleiniziative piu' profittevoli; - i ricavi derivanti dallaraccolta pubblicitaria sui siti Mondadori nel 2014 sonorisultati in crescita del 4,1% rispetto al 2013, per effettodelle positive performance registrate in particolare daGrazia.it (+43,7%), a fronte di un mercato di riferimento cheha segnato un +2,1% rispetto all'esercizio precedente (fonteNielsen, dicembre). Il margine operativo lordo dei PeriodiciItalia risulta in sensibile miglioramento nel 2014, nonostantela flessione dei ricavi, passando da un risultato negativo di20,6 milioni a +3,1 milioni di euro, per effetto principalmentedelle azioni intraprese sui prodotti editoriali (tra cui, lafocalizzazione sui segmenti di leadership, Arredamento,Attualita'. Benessere, Cucina, Femminili, TV; il lancio di unanuova testata; il restyling di altre), delle misure finalizzatealla riduzione strutturale dei costi di natura industriale,editoriale e organizzativa, nonche' dei minori oneri diristrutturazione sostenuti rispetto all'esercizio 2013.Includendo anche gli effetti positivi della riorganizzazionedelle attivita' pubblicitarie, il margine operativo lordo e'migliorato di 39,5 milioni di euro. Le attivita' internazionali(Mondadori International Business) hanno registrato un aumentodei ricavi del 4,1% rispetto al 2013, principalmente graziealle performance delle edizioni del Grazia InternationalNetwork e di Icon in Spagna.PERIODICI FRANCIA L'Area PeriodiciFrancia ha confermato, a livello diffusionale, un andamentomigliore rispetto al settore di riferimento, in particolaregrazie al successo di vendite delle testate Top Sante', PleineVie e Closer. Le attivita' digitali hanno registrato unasignificativa crescita (+32% a perimetro omogeneo) rispettoall'anno precedente: sia i ricavi della pubblicita' on-line(oltre il 10% dei ricavi pubblicitari complessivi), sia i datidi traffico web e mobile hanno mostrato un trendsignificativamente crescente rispetto all'anno precedente.Nell'esercizio 2014 i ricavi di Mondadori France si sonoattestati a 340,9 milioni di euro, in calo del 3,7% rispetto ai353,9 milioni di euro del 2013; a portafoglio omogeneo,considerando la cessione di Le Film Fran§ais avvenuta a fine2013, il calo si attesterebbe al 2,8%. In particolare: - iricavi diffusionali (edicola + abbonamenti), che rappresentanooltre il 70% del totale, hanno registrato un calo complessivodell'1,7% (-1% a portafoglio omogeneo): i ricavi del canaleedicola hanno mostrato una contrazione del 5,1%, inferiorerispetto al -6,6% del mercato (fonte interna), principalmenteper le positive performance del settimanale Closer (+3,8% avolume) e dei mensili Top Sante' (+10% a volume) e Pleine Vie(+6,6% a volume); i ricavi da abbonamento sono risultatisostanzialmente stabili rispetto al 2013 (-0,8%), confermandol'opportunita' della scelta strategica di continuare ainvestire in questo canale; - in un mercato ancora in calo,Mondadori France ha mostrato un dato aggregato dei ricavipubblicitari (print + web) in flessione del 9,1% rispetto al2013 (-7,7% a perimetro omogeneo). In questo ambito, i ricaviderivanti dal digitale (oltre il 10% dei ricavi pubblicitari)hanno presentato una crescita del 38% per effetto del rapidosviluppo dell'audience e di una nuova organizzazionecommerciale cross-media. Il margine operativo lordo complessivoe' risultato di 35 milioni di euro, in crescita di oltre il 30%rispetto ai 26,7 milioni di euro nell'esercizio 2013 (su cuiavevano inciso oneri di ristrutturazione per circa 8 milioni dieuro), portando la marginalita' sui ricavi dal 7,5% al 10,3%nel 2014. Anche nel corso dell'esercizio in esame sonocontinuate le attivita' finalizzate alla riduzione dei costi dinatura organizzativa, industriale e logistica, i cui risparmihanno permesso di assorbire interamente il calo dei ricavi e disostenere la capacita' dell'azienda di investire in attivita'editoriali, digitali e di diversificazione. RETAIL Nell'AreaRetail e' proseguita la strategia tesa a contrastare il trendnegativo del mercato con azioni finalizzate alla riduzione deicosti operativi, alla progressiva revisione di network eformat, per sviluppare un nuovo concept di libreria. Lacategoria libro (che ha rappresentato il 76% dei ricavi deglistore) ha registrato un una performance superiore al mercato dioltre 7 punti percentuali, con una quota di mercato sulsegmento del 15% (14% nel 2013), che ha permesso il ritorno auna marginalita' operativa positiva nel 2014. Nell'esercizio2014, l'area Retail ha registrato ricavi per 211,2 milioni dieuro, in riduzione del 6,1% rispetto ai 225 milioni di eurodell'anno precedente. L'analisi dei canali ha evidenziatoprincipalmente: - la positiva performance dei bookstore diretti(+4,5%) e la sostanziale stabilita' dei bookstore infranchising (-1,2%) con un buon progresso nella categoria dellibro; - alcune difficolta' riscontrate dai megastore (-7%)principalmente in relazione al calo del comparto del consumerelectronics; - crescita del canale on-line (+4,1%), inparticolare sul libro che ha registrato un differenzialepositivo di oltre 10 punti percentuali rispetto al mercato:+12,1% rispetto al -0,3% registrato dal mercato (fonteNielsen). Mondadori Retail ha registrato nel 2014 un marginelordo positivo pari a 8,9 milioni di euro rispetto ai -8,5milioni dell'esercizio precedente. Il miglioramento annuo di17,4 milioni di euro e' stato determinato da tre principalifattori: - la plusvalenza generata dalla cessione di un puntovendita a Milano (pari a 9,3 milioni di euro); - ilmiglioramento della gestione operativa che ha portato ilmargine operativo lordo a un risultato ante oneri nonricorrenti di 0,2 milioni di euro, registrando il ritorno alsegno positivo che, congiuntamente al miglioramento delcapitale circolante netto, e' dimostrazione della ritrovatacapacita' di autofinanziamento della gestione ordinaria; -infine, la riduzione delle spese di ristrutturazione, che hacontribuito per ulteriori 7,7 milioni di euro.RADIO L'AreaRadio, pur risentendo di un andamento negativo della raccoltapubblicitaria, ha riportato ricavi complessivi per 11,7 milionidi euro, in crescita del 3,3% rispetto agli 11,3 milioni dieuro dell'esercizio precedente per effetto dell'avvio a giugnodi R101 TV, volto a offrire un piu' ampio sistema diintrattenimento in un'ottica di integrazione con la radio. Ilmargine operativo lordo (-4,4 milioni di euro rispetto a -4,3milioni di euro nell'esercizio 2013) ha risentito, oltre chedell'andamento sfavorevole della raccolta pubblicitaria, deimaggiori costi di promozione e comunicazione sostenuti nellafase di rilancio dell'emittente, avvenuto nei primi mesidell'anno, e dei costi sostenuti per il lancio del canaletelevisivo, solo in parte mitigati dalle azioni di riduzionedei costi intraprese nell'area tecnica e artistica.DIGITALNell'ambito delle Attivita' Digitali sono proseguite le azionidi potenziamento del team e di identificazione di nuoveopportunita' di sviluppo dei business. In questo contesto siinserisce l'acquisizione della societa' di digital marketingKiver, volte al rafforzamento della la presenza del Gruppo nelsettore dei marketing services. Particolarmente significativa,in ottica di sviluppo delle attivita', e' stata inoltrel'acquisizione del marketplace London-Boutiques.com,finalizzata al lancio, avvenuto nel novembre 2014, diGraziashop.com, la piattaforma globale integrata di fashionecommerce del brand Grazia. I ricavi complessivi delleattivita' puramente digitali, volte a una piu' ampiavalorizzazione dei contenuti editoriali del Gruppo, sonorisultati in crescita del 13% rispetto al 2013, per un pesototale pari al 4,3% dei ricavi totali del Gruppo (3,9% nel2013). INFORMAZIONI SUL PERSONALE Al 31 dicembre 2014 ilpersonale dipendente del Gruppo, a tempo indeterminato edeterminato, risulta composto da 3.123 unita', in calo del 9,1%rispetto a dicembre 2013 (-8,3% a perimetro omogeneo).Escludendo gli oneri non ricorrenti afferenti leristrutturazioni e a perimetro omogeneo, il costo del personalee' risultato inferiore del 6,2% rispetto all'esercizioprecedente. Base20d.jar Data20d.jar Gateway20d.jarInterfaces20d.jar LibsXml20d.jar ServerCommon20d.jarblnumber.dat check.sh common20d.jar conf elaboraimg.kshimageioMetadataDemo.jar jmxri.jar log4j.xml org.sadun.util.jarpolicy.file pollmgt.jar resources start.sh stop.sh xslRISULTATI DI ARNOLDO MONDADORI EDITORE S.P.A. Il bilancio dellacapogruppo Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. al 31 dicembre 2014ha presentato una perdita di 12,9 milioni di euro, inferiore aquella dell'esercizio precedente (315 milioni di euro nel2013). Il margine operativo lordo, positivo per 5,4 milioni dieuro (-59,2 al 31 dicembre 2013) ha beneficiato del miglioreandamento del business e di minori oneri di ristrutturazionesostenuti rispetto all'esercizio 2013, interessato dacambiamenti organizzativi che avevano determinato l'iscrizionedi importanti oneri non ricorrenti.EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLAGESTIONE Dal 2013 la societa' ha avviato con decisione azionidi ottimizzazione della struttura dei costi operativi e dirazionalizzazione strategica del portafoglio di attivita' ilcui esito positivo, congiuntamente al miglioramento dellaperformance dei business, ha permesso di raggiungere nel 2014un margine operativo lordo di 67,1 milioni di euro e un utilenetto positivo. Alla luce del contesto attuale e degliinterventi citati che proseguiranno anche nel corso del 2015,e' ragionevole stimare per l'esercizio in corso un margineoperativo lordo del Gruppo in significativa crescita a livellooperativo; parallelamente, proseguiranno le attivita' voltealla dismissione degli asset non core, che potrebbero generareuna componente straordinaria positiva sostanzialmente in lineacon quella registrata nell'esercizio 2014. Coerentemente aquanto illustrato e pur in un contesto di ripresa degliinvestimenti e possibili variazioni di perimetro nell'AreaDigital, anche la posizione finanziaria netta e' attesa inmiglioramento rispetto a fine 2014. Sulla base dell'andamentodel mercato e delle piu' recenti performance registrate dalleAree di business, e' ragionevole stimare nell'arco del triennio2015-2017 un incremento medio annuo dei ricavi tra lo 0,5% el'1,5% e un miglioramento piu' che proporzionale dellaredditivita' (crescita tra il 10% e il 15% medio annuo).Base20d.jar Data20d.jar Gateway20d.jar Interfaces20d.jarLibsXml20d.jar ServerCommon20d.jar blnumber.dat check.shcommon20d.jar conf elaboraimg.ksh imageioMetadataDemo.jarjmxri.jar log4j.xml org.sadun.util.jar policy.file pollmgt.jarresources start.sh stop.sh xsl Il Consiglio di Amministrazionedi Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. ha inoltre allineatodisclosure finanziaria e non finanziaria, approvando anche ilReport di sostenibilita' 2014, redatto secondo le Linee Guidadel GRI, standard G4, secondo il rating "in accordance" ' core. Una sintesi del Report di sostenibilita', in linea con leprevisioni contenute nella direttiva comunitaria 2014/95/EUadottata dal Parlamento e dal Consiglio dell'Unione Europea indata 22 ottobre 2014, sara' inserita nella Relazionefinanziaria annuale; il documento integrale sara' disponibilein occasione dell'Assemblea degli Azionisti.FATTI DI RILIEVOAVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO Nomine del Consigliodi Amministrazione di Mondadori Libri S.p.A. In data 21 gennaio2015 il Consiglio di Amministrazione di Mondadori Libri S.p.A.,costituito da Ernesto Mauri, nella sua qualita' di Presidente,Enrico Selva Codde', Gian Arturo Ferrari, Antonio Porro eOddone Pozzi, ha attribuito le seguenti cariche: Enrico SelvaCodde' e' stato nominato amministratore delegato Area Trade,Antonio Porro e' stato confermato amministratore delegato AreaEducational, Gian Arturo Ferrari e' stato nominato VicePresidente. Si ricorda che in Mondadori Libri S.p.A., operativadal 1A' gennaio 2015, sono state conferite le partecipazioninelle societa' editrici di libri nei settori trade, arte escolastica - Edizioni Piemme S.p.A. (100%), Giulio Einaudieditore S.p.A. (100%), Mondadori Education S.p.A. (100%),Mondadori Electa S.p.A. (100%), Sperling & Kupfer EditoriS.p.A. (100%), Harlequin Mondadori S.p.A. (50%) - e nellasocieta' operativa nel settore della distribuzione Mach 2 LibriS.p.A. (34,91%). Manifestazione d'interesse non vincolante perRCS Libri S.p.A. In data 18 febbraio 2015, la Societa' hainformato di aver sottoposto a RCS MediaGroup S.p.A. unamanifestazione di interesse non vincolante relativa a unaeventuale operazione di acquisizione dell'intera partecipazionedetenuta da RCS MediaGroup S.p.A. in RCS Libri S.p.A., pari al99,99% del capitale sociale, nonche' dell'ulteriore complessodi beni e attivita' che costituiscono l'ambito librario di RCSMediaGroup. Il 6 marzo 2015 e' stato concesso alla Societa' daparte di RCS MediaGroup S.p.A. un periodo di esclusiva sino al29 maggio 2015, al fine di approfondire termini e condizionidell'eventuale operazione. Base20d.jar Data20d.jarGateway20d.jar Interfaces20d.jar LibsXml20d.jarServerCommon20d.jar blnumber.dat check.sh common20d.jar confelaboraimg.ksh imageioMetadataDemo.jar jmxri.jar log4j.xmlorg.sadun.util.jar policy.file pollmgt.jar resources start.shstop.sh xsl Il Consiglio di Amministrazione di ArnoldoMondadori Editore S.p.A. ha infine convocato l'Assemblea degliAzionisti per giovedi' 23 aprile 2015. PROPOSTA DI COPERTURADELLA PERDITA DI ESERCIZIO MEDIANTE UTILIZZO DI RISERVEDISPONIBILI Il Consiglio di Amministrazione proporra'all'Assemblea degli Azionisti, convocata per il 23 aprile 2015in prima convocazione (24 aprile in eventuale secondaconvocazione), di ripianare integralmente la perdita diesercizio al 31 dicembre 2014 di euro 12.888.013,64 medianteutilizzo di riserve secondo le modalita' seguenti: - per euro12.000.000,00 mediante integrale utilizzo della riservasovrapprezzo azioni, formatasi per effetto dell'aumento dicapitale sottoscritto nel corso dell'esercizio; - per euro888.013,64 mediante parziale utilizzo della parte disponibiledella Riserva Straordinaria, inclusa nella voce "Altre Riservee risultati portati a nuovo". Base20d.jar Data20d.jarGateway20d.jar Interfaces20d.jar LibsXml20d.jarServerCommon20d.jar blnumber.dat check.sh common20d.jar confelaboraimg.ksh imageioMetadataDemo.jar jmxri.jar log4j.xmlorg.sadun.util.jar policy.file pollmgt.jar resources start.shstop.sh xsl PROPOSTA DI RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONEALL'ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE Il Consiglio diAmministrazione, a seguito della scadenza, con l'approvazionedel bilancio al 31 dicembre 2014, della precedenteautorizzazione deliberata dall'Assemblea del 30 aprile 2014, alfine di mantenere applicabile la condizione di legge pereventuali piani di riacquisto e, conseguentemente, la facolta'di cogliere eventuali opportunita' di investimento o dioperativita' sulle azioni proprie, proporra' alla prossimaAssemblea degli Azionisti il rinnovo dell'autorizzazioneall'acquisto di azioni proprie. L'Assemblea del 30 aprile 2014aveva autorizzato gli acquisti fino al limite, tenuto contodelle azioni gia' in portafoglio, del 10% del capitale sociale,rappresentato da n. 24.645.834 azioni ordinarie. Considerandole complessive n. 14.953.500 azioni gia' detenute alla datadell'Assemblea del 30 aprile 2014, l'autorizzazione avevaattribuito quindi la facolta' di acquistare fino ad ulteriorimassime n. 9.692.334 azioni proprie. In relazioneall'autorizzazione del 30 aprile 2014 Arnoldo Mondadori EditoreS.p.A. non ha proceduto, direttamente o indirettamente tramitesocieta' controllate, ad acquisti. In data 17 giugno 2014 ilConsiglio di Amministrazione ha approvato - esercitandoparzialmente la delega attribuitagli dall'Assemblea del 30aprile 2014 di aumentare il capitale sociale a pagamento -l'operazione di collocamento di complessive massime n.29.953.500 azioni ordinarie del valore nominale di euro 0,26ciascuna, che si e' attuata attraverso un collocamento privatoriservato esclusivamente a "Investitori Qualificati" in Italiae Investitori istituzionali all'estero come da relativenormative applicabili. L'operazione sopra descritta - che si e'conclusa in data 18 giugno 2014 - ha dato luogo anche alcollocamento di numero n. 14.953.500 azioni, pari al 6,07% delcapitale sociale, detenute dalla societa' quali azioni proprieai sensi dell'art. 2357 del Codice Civile e pertanto, altermine della stessa, la societa' non deteneva piu' azioniproprie ne' direttamente ne' indirettamente tramite societa'controllate. Alla prossima Assemblea degli Azionisti verra'inoltre richiesta l'autorizzazione, ai sensi dell'art. 2357 terdel Codice Civile, a disporre delle azioni proprie acquistatedalla Societa'. Di seguito gli elementi principali dellaproposta del Consiglio di Amministrazione: - Motivazioni Lemotivazioni per le quali e' richiesta l'autorizzazioneall'acquisto e alla disposizione di azioni proprie trovanofondamento nell'opportunita' di attribuire al Consiglio diAmministrazione la facolta' di: - utilizzare le azioni proprieacquistate quale eventuale corrispettivo dell'acquisizione dipartecipazioni nel quadro della politica di investimenti dellaSocieta'; - utilizzare le azioni proprie acquistate a frontedell'esercizio di diritti, anche di conversione, derivanti dastrumenti finanziari emessi dalla societa', da societa'controllate o da terzi; - disporre eventualmente, ove ritenutostrategico per la Societa', di opportunita' di investimento odisinvestimento anche in relazione alla liquidita' disponibile;- disporre delle azioni proprie a fronte dell'esercizio delleopzioni per l'acquisto delle azioni stesse assegnate aidestinatari dei Piani di Stock Option istituiti dall'Assembleadegli Azionisti. - Durata Fino all'approvazione del bilanciodell'esercizio 2015. - Numero massimo di azioni acquistabili Lanuova autorizzazione consentirebbe il raggiungimento del limitedel 10% del capitale sociale, in linea con la precedente inscadenza. Considerato che, come indicato sopra, la Societa' nondetiene ne' direttamente ne' indirettamente azioni proprie,l'autorizzazione assembleare si riferirebbe all'acquisto dimassime n. 26.145.834 azioni proprie (10 % del capitale). -Modalita' per l'effettuazione degli acquisti e indicazione delprezzo minimo e massimo degli acquistiGli acquisti verrebberoeffettuati sui mercati regolamentati ai sensi dell'art. 132 deldecreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 e dell'art. 144 bis,comma 1 lett. B del Regolamento Consob 11971/99 secondomodalita' operative stabilite nei regolamenti di organizzazionee gestione dei mercati stessi, che non consentano l'abbinamentodiretto delle proposte di negoziazione in acquisto conpredeterminate proposte di negoziazione in vendita. Ilcorrispettivo minimo e massimo di acquisto verrebbe determinatoalle stesse condizioni di cui alle precedenti autorizzazioniassembleari e quindi a un prezzo unitario non inferiore alprezzo ufficiale di Borsa del giorno precedente le operazionidi acquisto, diminuito del 20%, e non superiore al prezzoufficiale di Borsa del giorno precedente le operazioni diacquisto, aumentato del 10%. In termini di prezzi e volumigiornalieri le operazioni di acquisto si attuerebbero comunquein conformita' alle condizioni previste dal regolamento (CE) n.2273/2003. .