L'esondazione del Seveso intrappola le auto nei sottopassi

Forti disagi per la circolazione a Milano. Ed è allarme temporali anche per la giornata di venerdì

L'esondazione del Seveso intrappola le auto nei sottopassi

Il fiume Seveso, dopo un anno torna a esondare creando forti disagi alla circolazione delle auto, rimaste bloccate nei sottopassi, soprattutto nelle zone di Niguarda, Affori e Comasina. Come riporta il Corriere della Sera, a causa del nubifragio di questa notte "l'acqua ha cominciato a tracimare dai tombini di viale Ca' Granda e via Val Furva poco dopo la mezzanotte. I livelli sono saliti rapidamente a causa delle violente piogge cadute nella zona a Nord di Milano e in Brianza. Sul posto sono subito intervenuti i tecnici di Mm e dell'Amsa che hanno aperto i chiusini. Allagati anche i sottopassi di viale Suzzani e alcune auto sono rimaste intrappolate. La polizia locale ha chiuso le vie d'accesso al quartiere. Molti gli interventi dei vigili del fuoco per strade e cantine allagate". Disagi a parte non si segnalano feriti. Attenzione da parte dei tecnici anche per il fiume Lambro, che nel tratto cittadino di Monza ha superato i livelli di guardia e le prime barriere. Allagamenti anche sulla Milano-Meda. 

Venerdì la situazione non cambia, avverte Milano Today: "Per la città di Milano, i rischi segnalati dalla sala operativa della Protezione civile sono per “temporali forti” e “idraulico”. Per questo la Regione ha chiesto ai comuni di attivare “azioni di monitoraggio” contro “gli scenari di rischio temporali forti con effetti dannosi sul territorio” e agli “scenari di rischio idrogeologico e idraulico, con effetti localizzati legati a instabilità di versante, colate di detrito o di fango, fenomeni di erosione e cadute massi, locali innalzamenti dei livelli idrici”.