Migranti: anche Chiesa vuole aiutare nei paesi d'origine

(AGI) - CdV, 1 ott. - "La Chiesa affianca tutti coloro che sisforzano per difendere il diritto di ciascuno a vivere condignita', anzitutto esercitando il diritto a non emigrare percontribuire allo sviluppo del Paese d'origine". Lo assicuraPapa Francesco nel Messaggio per la prossima Giornata Mondialedel migrante e del rifugiato che ricorre il 17 gennaioprossimo". Secondo il Papa, la risposta all'attuale ondatamigratoria "dovrebbe includere, nel suo primo livello, lanecessita' di aiutare i Paesi da cui partono migranti eprofughi". Infatti, "e' necessario scongiurare, possibilmentegia' sul nascere, le fughe dei profughi e gli

(AGI) - CdV, 1 ott. - "La Chiesa affianca tutti coloro che sisforzano per difendere il diritto di ciascuno a vivere condignita', anzitutto esercitando il diritto a non emigrare percontribuire allo sviluppo del Paese d'origine". Lo assicuraPapa Francesco nel Messaggio per la prossima Giornata Mondialedel migrante e del rifugiato che ricorre il 17 gennaioprossimo". Secondo il Papa, la risposta all'attuale ondatamigratoria "dovrebbe includere, nel suo primo livello, lanecessita' di aiutare i Paesi da cui partono migranti eprofughi". Infatti, "e' necessario scongiurare, possibilmentegia' sul nascere, le fughe dei profughi e gli esodi dettatidalla poverta', dalla violenza e dalle persecuzioni". Tuttoquesto pero' non toglie che verso chi e' partito aancorapartira' resta il dovere dell'accoglienza. In merito ilPontefice rammenta che "ognuno di noi e' responsabile del suovicino: siamo custodi dei nostri fratelli e sorelle, ovunqueessi vivano. La cura di buoni contatti personali e la capacita'di superare pregiudizi e paure sono ingredienti essenziali percoltivare la cultura dell'incontro, dove si e' disposti nonsolo a dare, ma anche a ricevere dagli altri. L'ospitalita',infatti, vive del dare e del ricevere". Secondo Francesco, in definitiva "la solidarieta', lacooperazione, l'interdipendenza internazionale e l'equadistribuzione dei beni della terra sono elementi fondamentaliper operare in profondita' e con incisivita' soprattutto nellearee di partenza dei flussi migratori, affinche' cessino quegliscompensi che inducono le persone, in forma individuale ocollettiva, ad abbandonare il proprio ambiente naturale eculturale". (AGI).