Masterchef: tutti contro 'Striscia', "scoop e' spoiler infondato"

(AGI) - Roma - E' guerra tra Mediaset e Sky dopo che 'Striscia la Notizia' hasvelato in un servizio il vincitore della quarta edizione diMasterchef.

(AGI) - Roma, 5 mar. -E' guerra tra Mediaset e Sky dopo che 'Striscia la Notizia' hasvelato in un servizio il vincitore della quarta edizione diMasterchef.

"Prendiamo atto che ieri 'Striscia la notizia' hascelto di anticipare il possibile finale di Masterchef" hafatto sapere Sky alla vigilia della finale. "Questaanticipazione e' stata promossa con spot, annunci stampa e suisocial media, per essere sicuri che non passasse inosservata eimmaginiamo per trainare ascolti al programma".

Nel serviziodel tg satirico "sono anche state fatte affermazioni false suuno dei finalisti del programma, che sono apparse il tentativodi giustificare la scelta di fare spoiler". Secondo il tgsatirico, infatti, il vincitore avrebbe contravvenuto alregolamento di partecipazione al programma essendo statoprecedentemente impiegato in una struttura professionale comeil celebre ristorante Sadler di Milano. "La notizia e' falsa epriva di qualunque fondamento" scrive Magnolia che,"ritenendosi danneggiata valutera' la possibilita' di adire levie legali".Anche lo chef Claudio Sadler ha liquidato come "invenzionefantasiosa destituita di fondamento" la voce circolata inseguito al servizio di 'Striscia La Notizia' secondo cuiNicolo' Prati avrebbe avuto un rapporto di lavoro con i suoiristoranti di Milano, incappando quindi in una violazione alregolamento di Mastechef che consente la partecipazione alprogramma ai soli cuochi dilettanti.

Una vicenda che "rischia di aprire una porta sino ad oggitenuta chiusa da tutti gli operatori dei media in Italia eall'estero", perche' anticipazioni di questo tipo finiscono conil rovinare il lavoro di tanti. Questo perche', "al di la'degli aspetti formali che verranno valutai dalnostro ufficio legale e da quello di Magnolia che per noiproduce Masterchef", quanto accaduto potrebbe rendere"impossibile organizzare in Italia anteprime difilm, presentazioni di fiction, di libri, di spettacoliteatrali", perche' il finale degli stessi rischierebbe diessere costantemente rivelato sui quotidiani, sui tg, sui blog,"prima che il pubblico possa vederli, leggerli, appassionarsi,divertirsi ed emozionarsi con il frutto del lavorointellettuale di autori, scrittori, registi, attori".

Dettocio', comunque, Sky ribadisce che "quella porta continueremo atenerla chiusa, perche' crediamo che il rispetto per ilpubblico cosi' come per chi per mesi ha lavorato ad un prodottoculturale - sia anche un talent show di intrattenimento - sia eresti la cosa piu' importante". (AGI).