Manenti, "dopo l'aggressione penso di vendere il Parma"

(AGI) - Roma, 28 feb. - "Dopo l'aggressione subita ieri abbiamodei dubbi, pensavo a Parma come a una citta' tranquilla ecivile". In un'intervista rilasciata a RaiSport il presidentedel Parma, Giampietro Manenti, risponde con queste parole a chigli chiede se abbia ancora intenzione di continuare a fare ilpresidente del club crociato. "Sto pensando di vedere lasocieta' a una struttura molto importante", ha proseguitoManenti nell'intervista che verra' trasmessa durante 90mominuto. Lo stesso Manenti pero' aggiunge "dovranno sopportarmiancora", rispondendo a una domanda sul suo futuro. Intanto ilsindaco Pizzarotti ha detto che e' pronto

(AGI) - Roma, 28 feb. - "Dopo l'aggressione subita ieri abbiamodei dubbi, pensavo a Parma come a una citta' tranquilla ecivile". In un'intervista rilasciata a RaiSport il presidentedel Parma, Giampietro Manenti, risponde con queste parole a chigli chiede se abbia ancora intenzione di continuare a fare ilpresidente del club crociato. "Sto pensando di vedere lasocieta' a una struttura molto importante", ha proseguitoManenti nell'intervista che verra' trasmessa durante 90mominuto. Lo stesso Manenti pero' aggiunge "dovranno sopportarmiancora", rispondendo a una domanda sul suo futuro. Intanto ilsindaco Pizzarotti ha detto che e' pronto a chiudere ilTardini. "Se vuole chiudere lo stadio va bene, non posso farniente, ma allora non e' un problema se il Parma fallisce omeno, ma ostacolare le idee di qualcuno. Se posso lasciare?Probabilmente no o si' ma comunque non prima di aver risolto ilfallimento", ha proseguito Manenti che poi aggiunge: "noipossiamo fare tre cose: vendere, portare il libri in tribunaleo presentare il piano di lavoro e in questa settimanadecideremo cosa fare". (AGI)