Maltempo: Protezione civile, prosegue allerta al centro-sud

(AGI) - Roma, 17 nov. - "La vasta depressione atlantica che stainteressando la nostra penisola continua a determinare unaserie di veloci impulsi perturbati che domani interesseranno leregioni centro-meridionali specie del versante tirrenico". Ad annunciarlo e' il dipartimento della protezione civileche,sulla base delle previsioni disponibili, ha emesso un ulterioreavviso di condizioni meteo avverse, che integra ed estendequello diffuso ieri. In particolare, il nuovo avviso prevededalla serata di oggi "precipitazioni a prevalente carattere dirovescio o temporale su Campania, in estensione alla Basilicatae alla Calabria settentrionale, specie sui settori tirrenici". Dalla mattina di

(AGI) - Roma, 17 nov. - "La vasta depressione atlantica che stainteressando la nostra penisola continua a determinare unaserie di veloci impulsi perturbati che domani interesseranno leregioni centro-meridionali specie del versante tirrenico". Ad annunciarlo e' il dipartimento della protezione civileche,sulla base delle previsioni disponibili, ha emesso un ulterioreavviso di condizioni meteo avverse, che integra ed estendequello diffuso ieri. In particolare, il nuovo avviso prevededalla serata di oggi "precipitazioni a prevalente carattere dirovescio o temporale su Campania, in estensione alla Basilicatae alla Calabria settentrionale, specie sui settori tirrenici". Dalla mattina di domani si prevede inoltre "il persisteredi precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio otemporale, su Umbria e Lazio. I fenomeni saranno caratterizzatida rovesci di forte intensita', frequente attivita' elettrica eforti raffiche di vento". Sulla base dei fenomeni gia' in atto e di quelli previsti,e' stata valutata per domani "criticita' rossa" per rischioidraulico sulla pianura padana, dai settori lombardi a quelliemiliani e veneti, mentre e' in "criticita' rossa" per rischioidrogeologico il settore nord-ovest della Lombardia. Valutatauna "criticita' arancione" per rischio idraulico sui bacinidell'Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone. In "criticita' arancione"per rischio idrogeologico sono il Lazio, il versante tirrenicodella Campania, l'Umbria, il Friuli Venezia Giulia, buona partedella Basilicata, il nord-est della Lombardia e la Sardegnanord-orientale. Sono in "criticita' gialla" per rischio idraulico lerestanti zone del Veneto Molise occidentale, in "criticita'gialla" per rischio idrogeologico la Toscana, i restantisettori della Lombardia, dell'Emilia Romagna, del Molise, dellaCampania, della Basilicata e della Sardegna, il bacinodell'alto Piave, l'Appennino marchigiano settentrionale emeridionale, buona parte del Piemonte, alcuni settoriabruzzesi, il settore tirrenico della Calabria settentrionale ela Sicilia nord-occidentale. (AGI).