Maltempo: allerta Protezione civile per temporali al nord

(AGI) - Roma, 12 giu. - Allerta della Protezione civile pertemporali al nord Italia. Un'estesa perturbazione atlanticagenera correnti umide e particolarmente instabili che, dallapenisola iberica, si dirigono verso il nord Italia apportandoprecipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco. Sullabase delle previsioni disponibili, il Dipartimento dellaProtezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte - allequali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile neiterritori interessati - ha emesso un avviso di condizionimeteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sullediverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita'idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi

(AGI) - Roma, 12 giu. - Allerta della Protezione civile pertemporali al nord Italia. Un'estesa perturbazione atlanticagenera correnti umide e particolarmente instabili che, dallapenisola iberica, si dirigono verso il nord Italia apportandoprecipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco. Sullabase delle previsioni disponibili, il Dipartimento dellaProtezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte - allequali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile neiterritori interessati - ha emesso un avviso di condizionimeteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sullediverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita'idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesinazionale, nel bollettino di criticita' consultabile sul sitodel Dipartimento. Dal pomeriggio-sera di oggi, venerdi' 12 giugno, l'avvisoprevede precipitazioni, anche a carattere temporalesco, suPiemonte e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni sarannoaccompagnati da rovesci di forte intensita', frequenteattivita' elettrica, forti raffiche di vento e localigrandinate. Sulla base dei fenomeni previsti e' valutata perdomani criticita' gialla per rischio idrogeologico sullaLiguria e su gran parte della fascia costiera toscana, sulFriuli Venezia Giulia e su buona parte del Piemonte, dellaLombardia e del Veneto settentrionale, nonche' sull'Appeninoreatino e sul bacino del Nera Corno in Umbria. Criticita'gialla per rischio idraulico, invece, sulla pianura lombardaoccidentale. (AGI).