Maltempo: 2 morti nel Varesotto Burlando, in Liguria 1 mld danni

(AGI) - Roma - Il maltempo non da' tregua al nordItalia e ha provocato due morti in Lombardia, nell'AltoVaresotto: a Cerro di Laveno una frana ha distrutto una casapoco prima della mezzanotte. All'interno dell'abitazione, almomento del crollo, erano presenti cinque persone. Tre sonoriuscite ad uscire, le altre due sono rimaste sotto la coltredi fango. Una ragazza di sedici anni e' stata estratta ancoraviva, ma trasportata d'urgenza all'ospedale di Cittiglio non cel'ha fatta ed e' deceduta. Anche per il nonno della ragazza,investita dalla massa di detriti, non c'e' stato niente

Maltempo: 2 morti nel Varesotto Burlando, in Liguria 1 mld danni

(AGI) - Roma, 16 nov. - Il maltempo non da' tregua al nordItalia e ha provocato due morti in Lombardia, nell'AltoVaresotto: a Cerro di Laveno una frana ha distrutto una casapoco prima della mezzanotte. All'interno dell'abitazione, almomento del crollo, erano presenti cinque persone. Tre sonoriuscite ad uscire, le altre due sono rimaste sotto la coltredi fango. Una ragazza di sedici anni e' stata estratta ancoraviva, ma trasportata d'urgenza all'ospedale di Cittiglio non cel'ha fatta ed e' deceduta. Anche per il nonno della ragazza,investita dalla massa di detriti, non c'e' stato niente dafare.

In Liguria la situazione e' sempre piu' difficile. "Credoche siamo arrivati ad almeno un miliardo di euro di danni".Cosi' il presidente della Liguria Claudio Burlando, in visitaai comuni della provincia di Genova devastati dall'alluvione diieri. "Mettendo insieme le tre devastazioni dell'ultimo mese -ha spiegato il governatore della Liguria - i danni anegozianti, aziende e alle opere pubbliche sono arrivati almenoa un miliardo di euro".

Renzi: politiche ambientali regioni da rottamare - "Quando come primo atto di governo hocostituito una unita' di missione contro il dissestoidrogeolgico mi hanno deriso. Ora spero sia chiaro il perche'di quell'iniziativa". Lo ha detto il presidente del Consiglio,Matteo Renzi, da Sidney, dove e' in visita ufficiale. "Ci sono20 anni di politiche del territorio da rottamare", ha aggiuntoil premier.

Interviene anche il cardinale Angelo Bagnasco, presidentedella Cei e arcivescovo di Genova, che oggi pomeriggio havisitato alcune delle zone maggiormente colpite dall'alluvionedi ieri nel capoluogo ligure. "Invito tutti i genovesi a nonlasciarsi abbattere da questi gravi avvenimenti e a dare sempreprova della loro grinta e della loro volonta' e a reagirepositivamente". Il cardinale Angelo Bagnascoha detto: "Sonovicino a tutte le persone che sono state toccate innanzituttoalle due vittime (Antonio Campanella, morto il 9 ottobre scorsotravolto dalla piena del torrente Bisagno, e LucianoBalestrero, ancora disperso dopo l'alluvione di ieri, ndr) e ailoro familiari, e a quanti hanno perso le loro cose. Vorreianche dare atto di tanta solidarieta' che immediatamentescatta" in queste situazioni "e anche oggi l'ho vista accantoalle persone, tra di loro. Questa - ha concluso - e' una cosaveramente bella e grande".

Bagnasco ha poi aggiunto: "Speriamoche le autorita' competenti diano dei segnali concreti divicinanza - spiega -. Sono stato a Pontedecimo dove abbiamovisto che ci sono stati danni notevoli, compresa una voraginenell'asfalto vicino al fiume che ha inghiottito una macchina.E' lo stesso film che si ripete drammaticamente - ha aggiunto -con tante persone che perdono il lavoro, i loro esercizi, hannotanti disagi e un po' si sentono soli". Il presidente della Ceiha poi raccontato di aver incontrato molte persone e di averpercepito "molta amarezza, anche un po' di rabbia, pero' anchela volonta' di riprendere e la voglia di continuare". Ilporporato ha poi aggiunto che "come diocesi, gia' dall'altravolta, stiamo monitorando le situazioni di bisogno per cercaredi fare, nei limiti delle possibilita', dei piccoli interventiin modo da dare dei segnali di incoraggiamento e quindi questalista si allunghera'. La chiesa - ha proseguito - e' semprevicina e desidero che la gente senta la vicinanza di noipastori, a cominciare dai parroci, dai sacerdoti e dal vescovo.Vedo - ha concluso - che veramente le persone sono sempre moltoaccoglienti, pur nella sofferenza e nella preoccupazione maanche con molto affetto".

CROLLA MURO DEL CIMITERO, LE BARE FINISCONO NEL TORRENTE - Un muro crollato al cimitero dellaBiacca, a Bolzaneto, in Valpolcevera, nell'immediato entroterradi Genova, ha riversato prima in un suo affluente e poi nelPolcevera numerose bare, circa settanta. I primi rinvenimentisono stati fatti stamani. La polizia mortuaria, i vigili delfuoco ed i pompieri sono impegnati nei recuperi di bare esalme. Intanto proseguono le ricerche di Luciano Balestrero, il67enne travolto dalla piena del torrente Ricco' ieri pomeriggiomentre tentava di mettere in s alvo la sua auto.

A Genova, in localita' Brigna, nellazona tra Crevari e Fabbriche, nell'immediato entroterra diVoltri, 180 famiglie sono isolate a causa di una frana che hainterrotto l'unica strada di accesso alle abitazioni,raggiungibili solo a piedi. A fare il punto della situazione,all'indomani dell'alluvione che ha colpito il capoluogo ligure,sono stati il sindaco, Marco Doria, e l'assessore allaProtezione Civile, Gianni Crivello. Dall'alluvione del 9ottobre scorso ad oggi, poi, risultano sfollati altri 99 nucleifamiliari, alla maggior parte dei quali il Comune sta fornendoassistenza abitativa. Per le situazioni piu' difficili, che siprevede avranno una durata superiore ad un mese, il Comune hadisposto un contributo fino a 600 euro per ciascun nucleofamiliare. In localita' Brigna, dove ci sono 180 famigliesfollate, "stanno arrivando sul posto - ha spiegato Crivello -due squadre della Protezione Civile, una delle quali sanitaria,per fornire loro assistenza, garantendo la presenza anchedurante la notte. In caso di necessita', e' pronto adintervenire anche un elicottero, nel caso fosse necessariotrasportare qualcuno in ospedale. Non risultano disabili".

 

 

LIGURIA: UN DISPERSO A GENOVA - Si e' alzato in volo l'elicottero deivigili del fuoco per estendere anche al mare le ricerche diLuciano Balestrero, il 67enne genovese travolto ieri dal rioRicco' mentre tentava di recuperare la sua auto. Squadre deivigili del fuoco, della protezione civile, dei volontari edelle Compagnie del Comune di Genova che si occupano di puliziae manutenzione, Amiu e Aster, sono impegnate in citta' per larimozione di fango e detriti e il ripristino di strade eservizi. Su Genova oggi splende il sole dopo una lunga treguadalla pioggia iniziata nel tardo pomeriggio di ieri. Gli statidi allerta meteo diffusi dalla protezione civile sono cessatistamani alle 8. Ora si contano i danni, in attesa di una nuovaperturbazione in arrivo domani.

Guarda il video

 

 

ESONDA L'ADDA, FAMIGLIA SALVATA CON UN GOMMONE - Sei persone la cui casa eraminacciata dall'esondazione del fiume Adda, sono state trattein salvo dai sommozzatori. Ieri sera a Cassano d'Adda, aiconfini tra le province di Bergamo e Milano, il fiume si e'alzato fino a raggiungere il cascinello Cirino, e l'acqua hainvaso il piano terra, dove abitano sei persone (tra le qualiuna bambina di un anno e mezzo). Scattato l'allarme, sonointervenuti i sommozzatori volontari di Treviglio, che al buiohanno raggiunto il cascinale, fatto salire la famiglia (e iloro tre cani) sul gommone e li hanno portati in salvo.

SITUAZIONE CRITICA IN LOMBARDIA - Resta elevata la criticita' rischioidrogeologico-idraulico nel nord-ovest dela lombardia, ovveronelle province di Como, Lecco, Sondrio e Varese. Lo riferisceil notiziario della stessa Regione. Si conferma moderata invecela criticita' nelle province di Sondrio, Bergamo, Brescia cherimandano all'Alta, Media e Bassa Valtellina - Gardae Val Camonica. Come pure in provincia di Pavia, nell'Oltrepopavese. Di venta moderata la criticita' nell'area della pianuraoccidentale e pianura orientale lombarda e nele Prealpicentrali (province di Bergamo e Lecco). Revocata la criticita'- peraltro di tipo moderata - che era stata segnalata per leprovince Sondrio, Bergamo, Brescia e Lecco relativamenteall'Alta, Media e Bassa Valtellina, Garda, Valcamonica, PrealpiCentrali.

IN VENETO FIUMI PO E BACCHIGLIONE SORVEGLIATI SPECIALI - Prosegue il monitoraggio dellaProtezione civile veneta nelle diverse province per teneresotto controllo l'evolversi del maltempo. Sono i fiumi isorvegliati speciali, specie il acchiglione e il Po. Per ilprimo c'e' massima attenzione in provincia di Vicenza per lapiena transitata alle 2.00 in citta' (m 5.30), attualmente intransito a Longare (4.80). Sono segnalati modesti allagamenti aCampedello e Cornedo. E' in corso il monitoraggio dei fiumi consquadre di volontari. In provincia di Rovigo, sorvegliatospeciale il Po con monitoraggio dell'AIPO e del volontariato(12 squadre per turno). Sono oggetto di costante verifica ifontanazzi storici a Polesella, Castelnuovo, Canal Novo e inaltre localita'. La piena del Po sta transitando a Polesellacon circa 7.90 m.

In provincia di Padova, la piena del Bacchiglione e' statain transito verso le 12, c'e' attenzione per i possibiliallagamenti nell'area golenale Paltano. In corso monitoraggio icorsi del Frassine e del Bacchiglione con squadre divolontariato. Nel Bellunese ha nevicato in varie zone sopra i1600 m. (10/20 cm), le strade sono comunque tutte sgombrate epercorribili tranne la SP. 22 verso il Friuli. Resta l'obbligodi catene a bordo. Ha piovuto dal tardo pomeriggio di ieri finoa mezzanotte: a Gosaldo si sono registrati 70 mm., Sappada 50mm., Cortina 35 mm., Cansiglio 110 mm In provincia di Venezia,Treviso e Verona non viene segnalata nessuna situazione diparticolare criticita'.