Mafia a Roma: Cantone, clima da stagione Mani Pulite

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "Un quadro devastante di presenzadi fatti criminali, che rende difficile fare discorsi diprospettiva e che nel Paese sta creando un clima come quellodurante la stagione di Mani Pulite, del 1993. Dopo Mani Pulitec'e' stata un'assenza di scelte politiche e per paradossoalcune scelte fatte hanno favorito la corruzione, come il falsoin bilancio e le norme sulla prescrizione". Lo ha dettoRaffaele Cantone, presidente dell'autorita' anticorruzione,parlando, in video conferenza (all'Aquila, presso la sederegionale della Corte dei Conti, nell'ambito di una tavolarotonda organizzata dall'Agenzia delle Entrate) del caso

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "Un quadro devastante di presenzadi fatti criminali, che rende difficile fare discorsi diprospettiva e che nel Paese sta creando un clima come quellodurante la stagione di Mani Pulite, del 1993. Dopo Mani Pulitec'e' stata un'assenza di scelte politiche e per paradossoalcune scelte fatte hanno favorito la corruzione, come il falsoin bilancio e le norme sulla prescrizione". Lo ha dettoRaffaele Cantone, presidente dell'autorita' anticorruzione,parlando, in video conferenza (all'Aquila, presso la sederegionale della Corte dei Conti, nell'ambito di una tavolarotonda organizzata dall'Agenzia delle Entrate) del casogiudiziario Mafia-Capitale. All'evento, tra gli altri, erapresente don Luigi Ciotti, presidente dell'associazione Liberae fondatore del Gruppo Abele. .