Mafia a Roma: Cantone, chiedero' le carte sugli appalti

(AGI) - Roma, 5 dic.- "Noi verificheremo gli appalti sulle basidei documenti che riceveremo dal Comune. Chiedero' le carte aPignatone per verificare ipotesi di commissariamento". Lo dicein una intervista alla Repubblica, Raffaele Cantone, presidentedell'Autorita' Anticorruzione a proposito della mafia romana."Gli enti non hanno vissuto la battaglia alla corruzione comeuna grande occasione ma come un impegno burocratico". Cantone ha detto che "troppo spesso sono stati indicatidirigenti di cui gli enti vogliono liberarsi e non i migliori:non servono burocrati ma funzionari integerrimi. Se gli entinon capiscono che questa e' una battaglia culturale, la

(AGI) - Roma, 5 dic.- "Noi verificheremo gli appalti sulle basidei documenti che riceveremo dal Comune. Chiedero' le carte aPignatone per verificare ipotesi di commissariamento". Lo dicein una intervista alla Repubblica, Raffaele Cantone, presidentedell'Autorita' Anticorruzione a proposito della mafia romana."Gli enti non hanno vissuto la battaglia alla corruzione comeuna grande occasione ma come un impegno burocratico". Cantone ha detto che "troppo spesso sono stati indicatidirigenti di cui gli enti vogliono liberarsi e non i migliori:non servono burocrati ma funzionari integerrimi. Se gli entinon capiscono che questa e' una battaglia culturale, lavittoria sara' sempre lontana. Dobbiamo far capire a tutti glienti che l'Anticorruzione va fatta con serieta'. Servonocriteri veri,come la rotazione dei vigili a Roma". Quantoall'ipotesi scioglimento, Cantone ricorda che "spetta alPrefetto decidere, ci siamo visti anche ieri ma abbiamo parlatodi altro e ho grande fiducia nel suo equilibrio. E' unaquestione delicata ma per commissariare un Comune bisognaverificare una serie di aspetti: per esempio chel'infiltrazione mafiosa non solo sia effettiva ma ancheattuale". (AGI).