Loris: Gip interroga madre in carcere a Catania

(AGI) - Catania, 11 dic. - E' cominciato nel carcere di piazzaLanza a Catania l'interogatorio di garanzia di VernonicaPanarello, la madre del piccolo Loris accusata di averloucciso. La donna, reclusa nel bracco femminile "Etna", vienesentita dal Gip di Ragusa, Claudio Maggioni, che dovra'decidere se convalidare il fermo. Da una porta carraia e'entrato nel carcere il sostituto procuratore Marco Rota, chesta coordinando, insieme al procuratore Carmelo Petralia,l'inchiesta. Il difensore della donna, avvocato FrancescoVillardita, arrivando al carcere ha risposto ai giornalisti chechiedevano se ipotizzi una richiesta di incidente probatoriocon una perizia

(AGI) - Catania, 11 dic. - E' cominciato nel carcere di piazzaLanza a Catania l'interogatorio di garanzia di VernonicaPanarello, la madre del piccolo Loris accusata di averloucciso. La donna, reclusa nel bracco femminile "Etna", vienesentita dal Gip di Ragusa, Claudio Maggioni, che dovra'decidere se convalidare il fermo. Da una porta carraia e'entrato nel carcere il sostituto procuratore Marco Rota, chesta coordinando, insieme al procuratore Carmelo Petralia,l'inchiesta. Il difensore della donna, avvocato FrancescoVillardita, arrivando al carcere ha risposto ai giornalisti chechiedevano se ipotizzi una richiesta di incidente probatoriocon una perizia psichiatrica della donna: "Al momento non stopensando a nulla, voglio solo verificare gli atti e parteciparea questo interrogatorio, anche perche' non so se la miaassistita voglia rispondere o avvalersi della facolta' di nonrispondere". Stesso discorso sull'ipotesi di un incidenteprobatorio sui filmati: "Ancora non posso anticiparvi nulla".(AGI)