Juventus: nei primi 9 mesi perdita di 5, 8 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football ClubS.p.A., presieduto da Andrea Agnelli, ha approvato il Resocontointermedio di gestione al 31 marzo 2015. I primi nove mesidell'esercizio 2014/2015 si sono chiusi con una perdita di euro5,8 milioni che evidenzia una variazione negativa di euro 8,7milioni rispetto all'utile di euro 2,9 milioni dell'analogoperiodo dell'esercizio precedente. Tale andamento deriva,sostanzialmente, da una diminuzione dei proventi da gestionediritti calciatori per euro 6 milioni, da incrementi del costodel personale tesserato per euro 6,1 milioni, del costo delpersonale non tesserato per euro 2,4 milioni, degli oneri da

Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football ClubS.p.A., presieduto da Andrea Agnelli, ha approvato il Resocontointermedio di gestione al 31 marzo 2015. I primi nove mesidell'esercizio 2014/2015 si sono chiusi con una perdita di euro5,8 milioni che evidenzia una variazione negativa di euro 8,7milioni rispetto all'utile di euro 2,9 milioni dell'analogoperiodo dell'esercizio precedente. Tale andamento deriva,sostanzialmente, da una diminuzione dei proventi da gestionediritti calciatori per euro 6 milioni, da incrementi del costodel personale tesserato per euro 6,1 milioni, del costo delpersonale non tesserato per euro 2,4 milioni, degli oneri dagestione diritti calciatori per euro 2,4 milioni, parzialmentecompensati da maggiori altri ricavi ricorrenti (euro 13,8milioni) e altri ricavi non ricorrenti (euro 1,8 milioni) e daaltre variazioni nette negative per euro 7,4 milioni. Questeultime includono principalmente maggiori ammortamenti esvalutazioni dei diritti calciatori (euro 5,2 milioni), impostesul reddito (euro 1,4 milioni), altri oneri (euro 1,1 milioni),accantonamenti e rilascio di fondi (euro 0,7 milioni),parzialmente compensati da minori costi per servizi (euro 1,4milioni). Il Patrimonio netto al 31 marzo 2015 ammonta a euro36,5 milioni, in diminuzione rispetto al saldo di euro 42,6milioni al 30 giugno 2014 per effetto della perdita del periodo(euro -5,8 milioni), al netto della movimentazione delleriserve da cash flow hedge (euro +0,2 milioni) e daUtili/perdite attuariali (euro -0,4 milioni), nonche' di altrevariazioni minori (euro -0,1 milioni). L'indebitamentofinanziario netto ammonta a euro 207,1 milioni ed evidenzia unincremento di euro 1,1 milioni rispetto al saldo negativo dieuro 206 milioni del 30 giugno 2014. Tale incremento e' statodeterminato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti(euro -23,7 milioni netti), dagli investimenti in altreimmobilizzazioni (euro -1,8 milioni), dagli anticipi versati avari fornitori in relazione al Progetto Continassa (euro -1milione) e dai flussi dell'attivita' di finanziamento (euro-6,2 milioni), parzialmente compensati dai flussi positividella gestione operativa (euro +31,6 milioni). .