Due alpinisti muoiono sul Gran Sasso

Sopravvissuti i tre compagni di cordata. Sono in buone condizioni fisiche.

Due alpinisti muoiono sul Gran Sasso

Due alpinisti sono morti sul versante teramano del Gran Sasso d'Italia la mattina del 30 aprile. L'incidente è avvenuto intorno alle 11 nella località del Monte Brancastello, sul versante che sovrasta San Pietro della Jenca. A dare l'allarme è stato un altro escursionista. Altri tre alpinisti che si trovavano in cordata con i due defunti sono stati recuperati dall'elisoccorso. Pur sotto shock, i sopravvissuti sono in buone condizioni fisiche. I loro compagni sono scivolati nel vallone San Pietro mentre si trovavano in cordata a circa 2.200 metri di quota. Si chiamavano Francesco Carta, 45 anni, ed Enrico Faiani, 61 anni, entrambi teramani.