Immigrati: 62000 arrivi, 10% minori e Sicilia potenzia accoglienza

(AGI) - Palermo, 24 giu. - Sono circa 62.000 i migranti giuntidall'inizio dell'anno via mare fra i quali almeno 5.914 minori(3779 non accompagnati), provenienti principalmente da Siria,Eritrea e Somalia. Save the Children, cosi', amplia e rafforzal'aiuto ai minori migranti in arrivo in Italia aprendo per loroin Sicilia "spazi a misura di bambino e adolescente" nelle zonedi sbarco e all'interno delle strutture all'occasioneutilizzate per la primissima accoglienza dei minori stranierinon accompagnati. Gli "spazi a misura di bambino e adolescente"sono aree dove giocare, socializzare, recuperare un senso dinormalita', in un ambiente sicuro

(AGI) - Palermo, 24 giu. - Sono circa 62.000 i migranti giuntidall'inizio dell'anno via mare fra i quali almeno 5.914 minori(3779 non accompagnati), provenienti principalmente da Siria,Eritrea e Somalia. Save the Children, cosi', amplia e rafforzal'aiuto ai minori migranti in arrivo in Italia aprendo per loroin Sicilia "spazi a misura di bambino e adolescente" nelle zonedi sbarco e all'interno delle strutture all'occasioneutilizzate per la primissima accoglienza dei minori stranierinon accompagnati. Gli "spazi a misura di bambino e adolescente"sono aree dove giocare, socializzare, recuperare un senso dinormalita', in un ambiente sicuro e "child friendly" e dove igiovani e giovanissimi migranti possono trovare protezione dalrischio di abusi e sfruttamento, sostegno educativo,informazioni sui loro diritti e l'opportunita' di far sentirela loro voce attraverso attivita' di partecipazione. "I minorimigranti che quotidianamente incontriamo e aiutiamo sin dalmomento del loro arrivo - spiega Raffaela Milano, direttoreProgrammi Italia-Europa Save the Children - ci raccontano diviaggi sempre piu' duri e drammatici, che spesso includonol'attraversamento del deserto o di zone in guerra, prima delrischiosissimo tragitto via mare". Durante questi viaggifronteggiano situazioni terribili: disidratazione,malnutrizione, rapimenti, detenzione, torture, schiavitu',traffico, abusi sessuali. Molti bambini, conclude, "sonotraumatizzati quando arrivano da noi. Per questo abbiamo decisodi avviare delle attivita' educative e ludico-ricreative congli "spazi a misura di bambino", che potranno aiutarli ariacquistare un senso di normalita' ed esprimere le loroemozioni". (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it