Il procuratore Messineo,"95 arresti mettono in sicurezza parte Palermo"

(AGI) - Palermo, 23 giu. - L'indagine che ha portatoall'operazione antimafia con 95 arresti a Palermo e' "di grandeentita' e complessita' e riguarda un territorio moltoimportante per Cosa Nostra palermitana, mi riferisco alterritorio di San Lorenzo-Tommaso Natale-Resuttana. Con questoblitz dovrebbe per il momento avere messo in sicurezza questaporzione di citta'". Lo ha detto il procuratore di Palermo,Francesco Messineo, in conferenza stampa. "A Palermo il tempodelle contrapposizioni e delle rivalita' tra forze dell'ordinee' finito. E la dimostrazione e' questa operazione interforzein cui Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Carabinieri hanno

(AGI) - Palermo, 23 giu. - L'indagine che ha portatoall'operazione antimafia con 95 arresti a Palermo e' "di grandeentita' e complessita' e riguarda un territorio moltoimportante per Cosa Nostra palermitana, mi riferisco alterritorio di San Lorenzo-Tommaso Natale-Resuttana. Con questoblitz dovrebbe per il momento avere messo in sicurezza questaporzione di citta'". Lo ha detto il procuratore di Palermo,Francesco Messineo, in conferenza stampa. "A Palermo il tempodelle contrapposizioni e delle rivalita' tra forze dell'ordinee' finito. E la dimostrazione e' questa operazione interforzein cui Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Carabinieri hannoagito in modo perfetto", ha sottolineato il capo della Procura,che ha proseguito: "Il copione e' sempre lo stesso: attivita'estorsiva sempre molto diffusa nel territorio, un'attivita' cheda l'inquietante immagine di cosa nostra che continua ad avereun capillare controllo del territorio. E' emerso anche il casodi un candidato che -ha detto- ha pagato per un pacchetto divoti mentre e' emerso, inote, uno spostamento degli interessiverso il mondo delle scommesse sportive e i videogiochi". .