Il Papa festeggia con 6 cugini e famiglie, "Sono tornato a casa"

(AGI) - Torino - Un "ritorno a casa". Cosi' PapaFrancesco ha definito la visita a Torino e al Piemonte, doveamava tornare,  

(AGI) - Torino, 22 giu. - Un "ritorno a casa". Cosi' PapaFrancesco ha definito la visita a Torino e al Piemonte, doveamava tornare, quando era possibile, nei viaggi da Buenos Airesin Italia- "Ed e' per questo - spiega il vice direttore dellaSala Stampa della Santa Sede, padre Ciro Benedettini - cheanche in questa occasione ha voluto incontrare i suoifamiliari: 6 cugini carnali con le proprie famiglie, unatrentina di persone in tutto". Con loro Francesco ha celebratooggi la messa e si e' intrattenuto a pranzo in un clima difesta, nell'arcivescovado. "Il Santo Padre - ha aggiunto padreBenedettini - e' molto contento e soddisfatto della calorosaaccoglienza ricevuta a Torino. Accoglienza che e' andata benoltre le sue aspettative". "Ogni incontro - ha detto Papa Francesco ai suoicollaboratori - e' stato molto importante: con il mondo dellavoro, la famiglia salesiana, i giovani, la comunita' delCottolengo. Incontri che hanno assunto un valore particolarenel contesto del grande momento di preghiera silenziosa davantialla Sindone e dell'incontro di stamane con i fratelli e lesorelle Valdesi. Un grande valore ha assunto per me la visitaalla chiesa di Santa Teresa, dove si sono sposati i miei nonnipaterni ed e' stato battezzato mio papa' Mario". "Nell'anno del Sinodo - ha commentato padre Benedettini -il Papa ha voluto compiere questo gesto proprio per ribadire ilvalore della famiglia e del Battesimo. E per questo ha volutobaciare il fonte battesimale. Nella chiesa dove e' nata lafamiglia dei suoi avi ha pregato per tutte le famiglie e per ilbuon esito del Sinodo". (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it