Il Papa apre ai preti sposati, "il tema e' nella mia agenda"

(AGI) - CdV, 18 feb. - Martedi' 10 febbraio Papa Francesco hacelebrato con sette preti che festeggiavano il loro 50esimo disacerdozio, ma alla messa di Santa Marta erano presenti anchecinque sacerdoti che hanno lasciato il ministero perche' sisono sposati. Lo ha rivelato lo stesso Pontefice in occasionedell'incontro di questa mattina con il clero romano. Uno deipreti presenti, don Giovanni Cereti, ha posto infatti unadomanda sulla questione dei preti sposati, ricordando il casodelle Chiese Orientali, dove gli uomini sposati possono essereordinati sacerdoti, e le migliaia di preti sposati di ritolatino che

(AGI) - CdV, 18 feb. - Martedi' 10 febbraio Papa Francesco hacelebrato con sette preti che festeggiavano il loro 50esimo disacerdozio, ma alla messa di Santa Marta erano presenti anchecinque sacerdoti che hanno lasciato il ministero perche' sisono sposati. Lo ha rivelato lo stesso Pontefice in occasionedell'incontro di questa mattina con il clero romano. Uno deipreti presenti, don Giovanni Cereti, ha posto infatti unadomanda sulla questione dei preti sposati, ricordando il casodelle Chiese Orientali, dove gli uomini sposati possono essereordinati sacerdoti, e le migliaia di preti sposati di ritolatino che invece non possono celebrare. "Il problema - haassicurato Bergoglio nella sua risposta - e' presente nella miaagenda". Secondo notizie pubblicate in Brasile, alcuni messi fa ilPapa avrebbe scritto al cardinale brasiliano Claudio Hummes unalettera sulla possibilita' di avviare una riflessione sulcelibato ecclesiastico relativa ai cosiddetti 'viri probati',cioe' a uomini di eta' non giovane, sposati, che conducono unavita familiare e religiosa esemplare, e ai quali alcuniritengono che possano essere affidati compiti nella Chiesa alpari dei sacerdoti. Una questione molto sentita in particolarein Amazzonia, la regione affidata dalla Conferenza Episcopaleproprio al cardinale Hummes, rientrato per questo da Roma dopoil periodo trascorso come prefetto del clero. In Amazzonia,infatti, al calo delle vocazioni si unisce il problema di unterritorio sterminato dove i sacerdoti non riescono a copriretutte le esigenze dei fedeli. La notizia della lettera di Francesco e' stata pero'ridimensionata dal portavoce della Santa Sede, padre FedericoLombardi, per il quale "non c'e' nessuna lettera del Papa alcardinale Hummes sulla materia indicata". Ma, ha aggiunto ilgesuita, "e' vero invece che il Papa ha invitato in piu' di unaoccasione i vescovi brasiliani a cercare e proporre concoraggio le soluzioni pastorali che ritengano adatte adaffrontare i grandi problemi pastorali del loro Paese". (AGI).