Il maltempo flagella il Sud: Taranto e Benevento alluvionate, chiusi impianti Ilva

(AGI) - Taranto. - Binari e strade allagati, trenicancellati, chiusi impianti dell'Ilva, black out e disagi. Ilmaltempo ha messo Taranto in  

(AGI) - Taranto, 16 ott. - Binari e strade allagati, trenicancellati, chiusi impianti dell'Ilva, black out e disagi. Ilmaltempo ha messo Taranto in ginocchio e analoga situazioneanche a Benevento, dove le aziende sono sommerse da un metrod'acqua e fango e i negozi distrutti dall'inondazione. Secondouna prima stima, a Benevento sarebbero a rischio circa 1.500posti di lavoro, senza contare le attivita' distrutte innumerosi centri del Sannio, dove la conta dei danni non e'ancora cominciata.

A Benevento un operaio di 38 anni, al lavoroper ripristinare l'energia elettrica nella zona di PonteValentino, una delle piu' colpite dall'alluvione di ieri, e'morto dopo essere precipitato da una traliccio di sei metri. Ilmaltempo ha colpito anche la Sicilia, provocando forti disagialla circolazione e ai collegamenti ferroviari sullaPalermo-Catania, dove ieri un treno e' uscito dai binari acausa di uno smottamento.

Le abbondanti piogge che si sonoabbattute nel tarantino hanno provocato l'allagamento deibinari della stazione di Taranto. Lo rende noto, con uncomunicato, Rete ferroviaria italiana. "Dalle 11.30 - vienespecificato - tutti treni regionali in partenza e in arrivo nelcapoluogo ionico sono cancellati. Trenitalia ha attivato unservizio sostitutivo con autobus tra Gioia del Colle e Tarantoe tra Brindisi e Taranto". La nota conclude facendo presenteche "i tecnici di Rete ferroviaria italiana stanno monitorandola situazione e sono in costante contatto con la Protezionecivile".

L'Ilva di Taranto, dove stamattina sono stati fermatidiversi impianti e il personale di primo turno rimandato acasa, comunica che "in merito alla situazione di emergenza chesta interessando il sito di Taranto, Ilva e' intervenutatempestivamente provvedendo a salvaguardare l'incolumita' deidipendenti e mettere in sicurezza gli impianti". Gli impiantiche hanno subito problemi per il maltempo sono sia quellidell'area a caldo, agglomerato, cokerie, altiforni, che quellidell'area a freddo, treni nastri, tubifici, treno lamiere.

ABenevento contrade ancora allagate dall'esondazione del fiumeCalore e isolate. Le famiglie accolte nei due centri diaccoglienza allestiti dal comune sono gia' 45 ma il numero e'destinato a crescere tra chi ha trovato una sistemazioneprovvisoria presso parenti e amici e non sa se potra' rientrarenella propria abitazione. Sono numerosi gli edifici di contradaPantano, contrada San Pasquale, Ponticelli e Ponte Valentinosono in alcuni punti sommersi anche da un metro d'acqua efango.

Per procedere alle verifiche di staticita' bisognera'attendere che sia finito il lavoro delle idrovore. Laviabilita' e' stata in gran parte ripristinata, soprattutto perquanto riguarda la statale Telesina, interrotta da una frana ela statale del Fortore. Alla protezione civile, all'esercito sisono aggiunti intanto centinaia di volontari per spalare ilfango. Da tutta la regione soprattutto studenti stannolavorando assieme alle popolazioni colpite per tentate diriportare le zone piu' colpite alla normalita'.

La Caritasdiocesana di Benevento ha intanto avviato una raccolta fondicon un conto corrente acceso presso la Banca popolare Etica.L'Iban e' IT03A0501803400000000160288 con causale "emergenzaalluvione provincia di Benevento". (AGI)